Appuntamento storico per il Real Cerva.

giovedì 08th, maggio 2014 / 17:03 Written by
Appuntamento storico per il Real Cerva.

Si avvicina domenica 11 Maggio, data da ricordare per tutti i tifosi di Cerva. Mai nessuna squadra del paese, infatti, ha raggiunto il traguardo degli spareggi promozione per salire in Prima Categoria. Ci proverà il Real Cerva società nuova, costituita nel 2012, che affronterà allo Stadio Comunale di Crucoli la Crucolese in gara unica.
In campionato i confronti parlano di un pareggio a Cerva e della vittoria di misura della Crucolese nel ritorno del 2 Marzo. La squadra che si qualificherà disputerà la finale contro la vincente dell’altro accoppiamento tra Papanice e Stelle Azzurre. Il quarto posto conquistato in questo difficile campionato dal Real Cerva, con la seconda miglior difesa di tutto il girone, dimostra che capitan Rizzuti e compagni potranno dire la loro in questi playoff e non giocarli da semplice comparsa.
Peccato per l’assenza di bomber Bizzantini, attaccante che quest’anno ha realizzato 12 reti malgrado un’assenza di due mesi dai campi di gioco. A centrocampo comunque i biancorossi possono contare sul prezioso apporto di De Luca, arrivato nel mercato di riparazione, autore di un’ottima seconda parte di campionato, e sulle spinte di Rizzuti che oltre a fornire assist ha impreziosito il suo bottino personale con 7 reti.

Proprio al capitano Rizzuti chiediamo, il quarto posto conquistato in un campionato difficile, vi permette di giocarvi la promozione ai playoff. Come vi state preparando agli spareggi?
“Il campionato di seconda categoria è sempre molto ostico, tutte le squadre lottano fino all’ultima giornata per qualcosa, così com’è successo quest’anno che si è deciso tutto all’ultima giornata. Abbiamo sprecato moltissimo fuori casa dove abbiamo perso punti importanti con squadre di bassa classifica altrimenti avremmo occupato certamente il secondo posto e in vista play off, visto come ci esprimiamo in casa, avremmo sicuramente ottenuto il salto di categoria. Ma tutto sommato, essendo una matricola con soli due anni di attività alle spalle, il quarto posto è un risultato importante.
Per noi è stato particolarmente difficile perchè ci è stata negata, dall’Amministrazione comunale nonchè dall’altra squadra locale, la possibilità di giocare nel nostro paese, essendo costretti a disputare le partite casalinghe al campo di Sersale, e ne approfitto per ringraziare pubblicamente sia la Società dell’As Sersale sia il Sindaco di Sersale Torchia per l’aiuto che ci hanno dato.
Dalla fine del campionato ci siamo allenati benissimo e tutti i ragazzi sono stati presenti e hanno lavorato sodo perché hanno voglia di arrivare fino in fondo. Crucoli è una trasferta ostica, sappiamo che sarà molto difficile ma siamo consapevoli di avere i mezzi per fare benissimo e toglierci belle soddisfazioni. Si punta alla finale e credo che con la rosa che abbiamo possiamo arrivarci”.

Di fronte come hai detto ci sarà la Crucolese, avendola già affrontata due volte quest’anno, che avversario ti sembra?
La Crucolese ha fatto un campionato oltre le sue aspettative, è una squadra molto forte con buone individualità quali l’attaccante De Roberto, il capitano C. Amantea e un bravo portiere. Nelle due sfide credo che abbiamo dimostrato di avere qualcosa in più, a Sersale abbiamo subito il pareggio solo su una distrazione della difesa mentre a Crucoli credo che nonostante la sconfitta per 1-0 abbiamo disputato la migliore partita della stagione creando cinque sei palle gol davanti al portiere e non materializzandone neanche una. Ecco perché, anche se consapevoli delle difficoltà che avremo, siamo fiduciosi nel passaggio del turno. L’unico dispiacere è quello di dover fare a meno del nostro bomber Bizzantini costretto a saltare la sfida per squalifica, ma sono certo che il mister saprà trovare le giuste misure per sopperire alla sua assenza.

Come giudichi la tua stagione?
La mia stagione credo che, aldilà di ogni risultato, è stata une delle migliori. Ho vinto diversi campionati dalla seconda categoria alla Promozione con squadre diverse ma, credo che le emozioni vissute quest’anno con la squadra del mio paese, e da capitano, siano state le più forti e le più importanti. Credo sia il mio ultimo anno da calciatore ma credo di aver dato un buon contributo importante non tanto per le mie prestazioni calcistiche quanto per essere stato una “guida” di uno spogliatoio meraviglioso, un gruppo di ragazzi che hanno dato a me ed alla società tutta grandi soddisfazioni.

Un grazie al capitano del Real Cerva che da l’appuntamento a tutti i suoi tifosi per Domenica 11 Maggio.

Power by

Download Free AZ | Free Wordpress Themes