Dardano:”Sono al settimo cielo per questa opportunità”.

venerdì 11th, luglio 2014 / 20:57 Written by
Dardano:”Sono al settimo cielo per questa opportunità”.

di Matteo Brancati
E’ felice Giorgio Dardano, nuovo allenatore dell’U.S Petronà, squadra che disputerà il prossimo campionato di Prima categoria. E’ l’allenatore più giovane del torneo, ma possiede già un pedigree niente male per una squadra vogliosa di fare bene in una stagione che si preannuncia difficile. Dalle parole del neo-tecnico, traspare fiducia.

Mister Dardano, ieri è arrivata l’ufficialità. Dal prossimo anno siederà sulla panchina del Petrona. Com’è il suo stato d’animo?
“Sono al settimo cielo, è un’avventura che mi affascina e siedo su questa panchina dopo tre anni di corteggiamento da parte di questo club. In passato, però, ero troppo affezionato alla mia gente, al Taverna mia ex squadra, ma adesso è arrivato il momento di provare questa nuova esperienza e sono felice. Ringrazio tutti, dal presidente Passafaro, a tutte quelle persone che mi vogliono bene, passando per il Taverna, compagine che mi ha fatto conoscere al mondo del calcio”.

Ci può raccontare com’è nata la trattativa?
“I primi approcci ci sono stati nei mesi scorsi, quando non ero più al Taverna. A fine campionato, poi, ho incontrato la dirigenza e sono bastati pochi minuti per trovare l’accordo. Hanno mostrato fiducia nei miei confronti e ho accettato immediatamente non pensando all’ingaggio, che per me è l’ultimo dei problemi. Diciamo che è stato amore a prima vista”.

Sacrificio, impegno, abnegazione sono tutti ingredienti imprescindibili per una squadra di calcio. Mister Dardano cosa chiede ai suoi?
“Oltre a tutti i fattori che ha detto lei, secondo me lo spogliatoio è fondamentale per una squadra di calcio. Punto sempre sul gruppo, perché è quello che fa la differenza. Ci sono anche i singoli, ma al primo posto metto la coesione che tutti gli elementi devono avere tra di loro”.

Obiettivi stagionali?
“Disputare un campionato tranquillo ed evitare situazioni difficili come quella dello scorso anno, nel quale il Petronà si è salvato nelle ultimissime giornate. Per il momento non parlo di altri obiettivi, anche perché stiamo trattando per l’acquisto di due calciatori molto bravi”

Quali sono, secondo lei, le squadre da battere, in campionato?
“In base ai movimenti di mercato, credo che il Real Botro, per il momento, sia il favorito per poter vincere il prossimo torneo di Prima categoria. Poi c’è anche il Cariati che, se conferma la squadra dello scorso anno e acquista altri calciatori, può dar fastidio. Ma attenzione al Petronà, che può togliersi delle soddisfazioni soprattutto se arrivano i due elementi di cui ho parlato in precedenza”.

Un pensiero verso la gente, che ama tanto la squadra.
“Non fateci mancare il vostro supporto perché siete un pubblico caldo. Io e i miei calciatori promettiamo massimo impegno in tutte le partite, dunque sosteneteci perché siete voi il cosiddetto 12° uomo in campo”.

Power by

Download Free AZ | Free Wordpress Themes