Andrea Canino: “Vincere è sempre bello!”

mercoledì 24th, settembre 2014 / 18:48 Written by
Andrea Canino: “Vincere è sempre bello!”

(di Domenico Caracciolo)

Abbiamo intervistato Andrea Canino, attaccante dell’Atletico Botricello, che in questo inizio di stagione, si è presentato ai suoi nuovi tifosi realizzando tre reti in tre partite, un gol in coppa Calabria e due gol domenica scorsa nella prima di campionato.

Ciao Andrea, nella prima di campionato, non avete deluso le attese, possiamo dire buona la prima? 

“Sì, non è stato facile perché contro avevamo un avversario ostico che combatteva su ogni pallone ed abbiamo capito che contro di noi lo faranno tutti.”

Basandoci sulle rose delle squadre del vostro girone, secondo te, chi sarà la vostra diretta concorrente per la vittoria finale?

“La Silana sicuramente, per nomi nella rosa e tradizione, ma anche il Casabona e il Real Botro possono dire la loro.”

Tu hai vinto tanto durante tutti questi anni, come si fa a mantenere intatta la voglia di ottenere successi e continuare a vincere?

“Vincere è sempre bello, sopratutto quando tutti gli addetti ai lavori ti considerano la squadra favorita. Credo che questo dia  la carica giusta.”

In carriera hai realizzato tanti gol. Domenica hai esordito in campionato con una doppietta di cui il secondo gol veramente straordinario. Qual è stato il gol più bello che hai siglato o che ti evoca ricordi particolari?

“Diciamo che i gol ho iniziato a farli da tre anni perché sto giocando più vicino la porta. Prima non mi si dava l’opportunità, per via del ruolo che i vari mister mi facevano ricoprire. Come gol realizzati, non ce n’è uno che riordo in particolar modo, ma, certamente, quello di domenica è stato di ottima fattura e non lo dimenticherò facilmente.”

Sentila pressione della piazza per la vittoria sia del campionato sia del derby?

“La pressione c’e ovunque, figurati in una piazza come Botricello dove figurano due squadre nello stesso campionato. Sarebbe bello vedere una lotta tra queste due compagini. Gli sfottò ci sono sempre, ma sono fatti con il massimo rispetto.”