Petronà, parla mister Stanizzi:”Manca solo la ciliegina”

venerdì 24th, aprile 2015 / 19:45 Written by
Petronà, parla mister Stanizzi:”Manca solo la ciliegina”

Abbiamo fatto una chiacchierata con Saverio Stanizzi, mister del Petronà, che si è seduto sulla panchina dei lupi quando erano ultimi in classifica e tra mille difficoltà li ha portati ad un punto dalla matematica salvezza. Mancano due partite e domenica il Petronà affronterà in casa il Taverna di mister Folino.

Buonasera mister, con tutte le difficoltà che avete avuto, visto anche il problema del campo nel periodo invernale che ha limitato tanto gli allenamenti, si può parlare di un vero e proprio miracolo?
Buonasera a voi. È stata un’annata particolare, sono subentrato e quindi ho trovato una squadra non costruita da me, la vicenda Badolato, il campo penoso… A dicembre abbiamo cambiato qualcosa ed abbiamo fatto una rincorsa miracolosa, i ragazzi sono stati magnifici, ora ci manca un punto ed otterremo un traguardo che per molti sarebbe stato impossibile a dicembre.

Lei ha preso la squadra che era posizionata in fondo alla classifica. Dove ha lavorato di più nella testa o nelle gambe dei ragazzi?
La squadra ha qualità importanti, superiori alla posizione in classifica, ma una condizione fisica precaria e le sconfitte, portavano i ragazzi a “crollare” nei momenti decisivi delle partite. Abbiamo lavorato tantissimo girovagando spesso in altri campi, per l’indisponibilità del nostro, ma ripeto i ragazzi sono stati magnifici non mancando ad un allenamento ed ottenendo grandissimi risultati. Ora ci manca la ciliegina della matematica che dovremo conquistare domenica.

Il futuro di mister Stanizzi dove sarà il prossimo anno? Ancora sulla panchina dei lupi?
Sono 14 anni che faccio l’allenatore e per carattere non ho mai preso decisioni a stagione in corso, farò finire il campionato salvando la squadra. Poi qualche giorno di riposo e affronterò il discorso, ci tengo a precisare che il presidente Passafaro mi ha già chiesto di rimanere dimostrandomi grande affetto e stima.

La risposta sarà scontata, sicuramente il gruppo, ma un giocatore in particolare, un fuori quota che l’ha sorpreso più di tutti?
Il gruppo è fondamentale per ottenere risultati importanti, ma se proprio devo dare una risposta dico i fuoriquota classe 1997, Brescia, Rizzuti e Sacco hanno fatto una stagione molto positiva migliorando di partita in partita, lavorando con grande attenzione e seguendo i consigli miei e dei compagni più esperti.

Con questa la lasciamo e la ringraziamo per la disponibilità. Dall’alto della sua esperienza chi è la squadra più forte del campionato?
Assolutamente l’Atletico Botricello, ha un organico nettamente superiore alle altre e sinceramente pensavo vincesse il campionato con più anticipo. Ma alla fine prevarrà e sarà la squadra più forte a vincere. Grazie a voi e buon lavoro.