Seconda Categoria, analisi 26° giornata.

martedì 05th, maggio 2015 / 13:13 Written by
Seconda Categoria, analisi 26° giornata.

Andiamo ad analizzare nello specifico, attraverso il resoconto dei nostri corrispondenti, le gare giocate nei tre gironi che ci riguardano della Seconda Categoria.

GIRONE C (in foto i festeggiamenti del Verdoliva nel dopo partita)
verdolivaNel girone crotonese le “nostre” squadre centrano i rispettivi obiettivi ad eccezione della già retrocessa Cropanese che, comunque, vince la sua ultima gara stagionale battendo uno Strongoli già certo della permanenza con grande orgoglio grazie alla marcatura di Condito. Bella prestazione per i ragazzi di Cisternino che salutano la categoria nel migliore dei modi. Nelle zone alte il Cirò vince il campionato pareggiando sul campo del Verdoliva che, a sua volta, centra i play off da quarto classificato. La doppietta di Matteo Trapasso ed il gol di Larussa regalano gli spareggi promozione ai ragazzi di Caracciolo al termine di un buonissimo campionato. Le Stelle Azzurre si confermano al secondo posto pareggiando al Curto di Catanzaro Lido con il Real Sporting che disputerà i play out. Dolce il marcatore dei catanzaresi che comunque nel girone di ritorno hanno dimostrato di aver cambiato marcia offrendo delle prestazioni superiori alla classifica che hanno ottenuto. Crucolese e Pallagorio si dividono la posta in palio e giocheranno gli spareggi promozione. La Polisportiva Albi perde malamente sul campo del R.F.Gesù, un parziale pesante (7-0) per una squadra che aveva centrato la salvezza già da parecchio tempo. Si salva meritatamente lo Zagarise di mister Mangone che pareggia con la Castellese con i gol di Faragò, Catizone e Morrone festeggiando grazie ai dieci punti di vantaggio sulla penultima. Nel derby crotonese, infine, il Santa Severina perde a Cotronei (già salvo) e dovrà disputare la finale play out per mantenere la Seconda Categoria.
Play Off: Stelle Azzurre-Pallagorio / Crucolese-F. VERDOLIVA
Play Out: R.F. Gesù-REAL SPORTING CZ / S. Severina già in finale

GIRONE D (in foto ingresso in campo di Marcellinara-Caraffa)
3-4Nel girone catanzarese la Nuova Valle conferma il vantaggio di dodici punti sulla terza in classifica vincendo senza dover sudare vista la mancata presentazione del Campora (inspiegabile poiché già salva) e viene promossa in Prima Categoria al pari della Fortitudo Lamezia senza la disputa dei play off. La squadra di Vitaliano seconda nei numeri oltre che nella classifica, trascinata dalle reti di bomber Forte (17) e dall’esperienza di capitan Merenda, ha potuto contare anche sulla seconda difesa del torneo e con sole quattro sconfitte e 17 vittorie non poteva non centrare la promozione diretta. La capolista, invece, vince la sua ventitreesima partita con i gol di Cristiano e Trapuzzano sul campo del Pianopoli, già salvo, a segno con Larosa. Marcellinara e Caraffa, al termine di una stagione comunque positiva, si sono affrontate con gli ospiti che hanno vinto 1-2. Per i padroni di casa di Bressi a segno bomber Scerbo, per gli ospiti Riga e Sulla che si conferma capocannoniere del girone con 29 reti. Le due squadre terminano il loro percorso con dei più che soddisfacenti terzo e quarto posto. Il San Pietro Apostolo vince tra le mura amiche con il già salvo Belmonte ma non riesce ad evitare i play out che, comunque, disputerà sempre in casa. Una rete per tempo per la squadra di Talarico a segno con Sacco e Lubello. In coda si doveva decidere la retrocessione diretta che, purtroppo, è toccata al Serrastretta di Paletta sconfitto 3-0 a Bianchi. Diciotto sconfitte in ventisei partite la dicono tutta sulla stagione dei neroverdi che hanno anche avuto la peggior difesa del girone con sessantuno reti incassate. Colpo di coda di Martirano e Vena che vincono e mantengono viva la speranza di salvarsi dovendo comunque passare per la coda degli spareggi. La squadra di Marrelli vince a San Pietro a Maida con i gol di Vescio, Gallo e Cerqua mentre per i padroni di casa il gol è di Catanzaro. Le due squadre si ritroveranno, comunque, nello spareggio per non retrocedere nelle medesime condizioni con la New San Pietro favorita non fosse altro che per la migliore posizione acquisita che consente di giocare su due risultati. Il Vena, da par suo, batte la già salva Pol. San Vito con le reti di Scerbo, Iuliano e Loscavo (le prime due su rigore) e si giocherà la categoria sul campo del S.P.Apostolo. Le reti della Pol. San Vito di Macrì ad opera di Iannarelli e Costantino.
Play Out: S.P.Apostolo-As Vena / N.S.Pietro-Martirano L.

GIRONE E (in foto rete le momentaneo vantaggio del Napitia)
napNel girone vibonese c’era incertezza e fermento a Pizzo e Spilinga per una possibile vittoria diretta ma, alla fine, tra le due “nostre” contendenti ha prevalso il terzo incomodo Stignano. I reggini di Papallo hanno espugnato Serrata ottenendo la promozione con il maggior numero di vittorie (17), il miglior attacco del girone (65 reti) ed il capocannoniere Panaja (3o reti). Alle spalle della neopromossa si è piazzato il Real Spilinga di mister Barbieri che, vincendo 1-0 sul campo dell’Allarese con rete di Guerrera, ha totalizzato 54 punti, il minor numero di sconfitte (2) e la miglior difesa del girone (17 reti subite). L’Allarese, invece, dovrà passare per lo spareggio con il Galatro che sancirà la retrocessione diretta di una della due. Successivamente chi vincerà si giocherà la permanenza con la perdente del play out Serrata-Mileto. Tornando alle zone di vertice, suicidio completato dal Napitia che ad Africo contro lo Hierax già salvo va in vantaggio 2-0 con doppietta di Liotti, si fa raggiungere e poi superare prima di pareggiare definitivamente allo scadere con Mattei. Incredibile occasione sciupata dai ragazzi di Cortese che avrebbero potuto centrare lo spareggio promozione ma che hanno anche perso la seconda piazza e giocheranno l’eventuale finale in trasferta. Sulla strada del Napitia c’è comunque l’ostico Monasterace che battendo il Cinquefrondi 4-0 disputerà la semifinale al Tucci di Pizzo. Melicucco e Sant’Onofrio vincono con Galatro e Mileto ma non riescono a centrare i play off per la regola dei dieci punti di distacco mandando così direttamente in finale il Real Spilinga. Per la squadra di Naccari, a segno i soliti noti Fuduli e Naccari. Lo Sporting Club del Corso già salvo perde 1-0 a Grotteria una gara senza particolari velleità e festeggia la permanenza con un girone di ritorno veramente incredibile. In coda, come abbiamo già detto, doppio spareggio con le “nostre” Mileto e Allarese a giocarsi la permanenza in categoria contro le due reggine.
Play Off: R.SPILINGA in finale / NAPITIA-Monasterace
Play Out: V.Serrata-MILETO
Spareggio retrocessione diretta: ALLARESE-Galatro