L’analisi dei play off e play out giocati nel weekend.

lunedì 11th, maggio 2015 / 16:23 Written by
L’analisi dei play off e play out giocati nel weekend.

Si sono giocate nel fine settimana diverse gare di spareggio che riguardavano le nostre squadre. Play Off e play Out entusiasmanti con verdetti più o meno preventivabili. Andiamo ad analizzare, attraverso il resoconto dei nostri corrispondenti, le partite delle squadre delle nostre due province.

Prima Categoria – Play Off
Taverna semifinaleTAVERNA-Casabona 2-1
In un “Pino Donato” stracolmo e sotto l’incessante supporto dei propri tifosi il Taverna di mister Folino batte il Casabona e vola in finale play off. Gara ben giocata dalla squadra presilana che macina gioco e crea tante occasioni già nel primo tempo con Cosentino su punizione, Puleo sullo sviluppo di un calcio d’angolo e Giglio che spara fuori ma a passare in vantaggio sono i crotonesi con bomber Turano che infila Di Marco al termine di un’azione concitata e rocambolesca. Nella seconda frazione, consapevoli della propria forza, i biancorossi si ripresentano in campo più carichi di prima e trovano il pari con il quarantaquattresimo gol del cannoniere principe Davide Giglio che fa esplodere la gioia incontenibile dei propri tifosi. I ragazzi di Parrottino ci credono e vogliono evitare i supplementari riuscendoci grazie alla rete del gioiellino Cosentino a dieci minuti dal termine. Domenica prossima, nuovamente tra le mura amiche, arriva la Silana per l’ultimo scoglio stagionale.

Silana-MKE 2-0
Termina a San Giovanni in Fiore il campionato della Mke, la squadra di Mirarchi perde 2-0 e vede svanire un sogno cullato per gran parte della stagione quando i catanzaresi erano in testa al campionato e sembravano lanciati verso un epilogo favorevole. La Silana gioca meglio e si porta già in vantaggio al quindicesimo del primo tempo con il giovane Spadafora che, sfruttando un velo di Casciaro, deposita in rete da pochi passi senza problemi. Dopo qualche buona occasione da ambo le parti nel terzo minuto di recupero ancora Spadafora mette alle spalle di Iezzi sulla ribattuta di un palo colpito da Orlando. Nella ripresa i locali amministrano il vantaggio sfiorando il tris e i catanzaresi non pungono nemmeno con i cambi che non sortiscono gli effetti sperati. La Mke si ferma in semifinale, Silana attesa dal Taverna.

BORGIA-SAN CALOGERO 2-3
Il San Calogero espugna il Santa Lucia di Borgia e va in finale play off dove ad attenderlo ci sono i cosentini del Parenti. Il Borgia parte meglio e si porta in vantaggio intorno alla mezz’ora di gioco con Scarfone che di piatto batte Vallone su suggerimento di Masciari. Passano una manciata di minuti ed il solito Monteleone pareggia i conti di testa mandando le squadre al riposo sul risultato parziale di 1-1. Al ventesimo della ripresa vibonesi vanno in vantaggio con Stilo che ancora di testa batte l’incolpevole Cristofaro dopo una bella giocata Russo-Monteleone. Il Borgia non ci sta e si getta in avanti con Pilò che, due minuti più tardi, si procura un calcio di rigore trasformato da Passafaro. A cinque minuti dal termine doccia fredda per gli amaranto con Guerrera lasciato solo che, per la terza volta di testa, mette dentro. Dopo quattro minuti di recupero il signor Milone di Taurianova fischia la fine con il San Calogero di Scarfò che si qualifica a spese del Borgia ribaltando il verdetto della stagione regolare.

Play Out
anticipoREAL CATANZARO-NT Melissa 0-1
Al Federale di Catanzaro i padroni di casa perdono 1-0 con la Nuova Torre Melissa e retrocedono in Seconda Categoria. Nel primo tempo il Real perde subito Nucifero per un guaio muscolare e soffre oltre misura le giocate dei due Basta apparsi incontenibili sulle fasce di competenza con un Basile formidabile in mezzo al campo. L’episodio che decide la gara intorno al trentottesimo del primo tempo con Giuseppe Basta che s’invola sulla fascia destra salta Masciari e mette dentro una palla forte per l’accorrente Tallarico che da pochi passi appoggia comodamente in rete. Il Real Cz ci prova per tutta la gara con Longo e Gallo che non mollano un centimetro ma non riescono a trovare la zampata vincente. Nella ripresa i giallorossi di mister Tolomeo giocano con il cuore ma sono nervosi ed imprecisi e non trovano lo specchio della porta di Cava mentre gli ospiti si rendono pericolosissimi in contropiede con Mirabelli che anticipa più volte Scalise e company. Alla fine da registrare anche un palo per parte con il Real Catanzaro che chiude nella disperazione per la sconfitta e la retrocessione.

festa ssd nicNICOTERA-R.P.Crati 2-0
Il Nicotera festeggia la permanenza al termine di una gara tirata con i cosentini del R.P.Crati che hanno fatto sudare le proverbiali sette camicie ai ragazzi di Grande prima di poter festeggiare la salvezza. Primo tempo di marca nicoterese con Grillo e Corsi su rigore che mettono una chiara impronta sulla gara. Nella ripresa è tutta un’altra storia perché i cosentini entrano in campo determinati e vogliosi di mantenere la categoria nonostante il doppio svantaggio. Dopo soli cinque minuti Consoli dal dischetto avrebbe l’opportunità di riportare in partita i suoi ma Stilo, in versione super, respinge la conclusione e ipoteca la salvezza. Nel tempo restante occasioni per entrambe le squadre con i due portieri in grande evidenza che tengono a galla le rispettive speranze ma non succede più nulla ed i padroni di casa brindano nel tripudio dei tifosi presenti.

M.NA NICOTERA-REAL PIANOPOLI 1-0
Sono serviti i tempi supplementari al Marina di Nicotera per superare la resistenza di un buon Real Pianopoli protagonista di un girone di ritorno favoloso e mantenere la categoria. Partita equilibrata con occasioni per sbloccare il risultato ad occhiali per entrambi con Cambareri più volte pericoloso per i padroni di casa e Bava e Trapasso non incisivi negli ospiti. Nella ripresa la gara si fa più tesa e si capisce palesemente che le due squadre badano più a non perdere che a cercare di far male davanti. Mascaro, comunque, salva il Real su due calci di punizione dell’onnipresente Cambareri. Si va ai supplementari dove succede poco o nulla con le squadre a darsi battaglia a centrocampo fino a quando a meno di dieci minuti dal termine Staropoli servito da Aquilano batte di piatto Mascaro regalando la salvezza ai suoi.

Seconda Categoria – Play Off
Crucolese-VERDOLIVA 1-0
Bella e combattuta la semifinale play off tra Crucolese e Verdoliva con i padroni di casa che, alla fine, riescono a spuntarla qualificandosi per la finale. Primo tempo molto combattuto senza vere e proprie occasioni da gol, gli unici sussulti vengono infatti da calci da fermo che non impensieriscono comunque le rispettive difese. Nella ripresa padroni di casa in vantaggio poco dopo il quindicesimo con il bomber Carmine Amantea che sfrutta un rilancio “aiutato” dal vento del proprio portiere e con un bel pallonetto supera Foscolo in uscita. Mister Caracciolo le prova tutte giocando nel finale con quattro attaccanti di ruolo ma, nonostante qualche situazione pericolosa, i giallorossi di casa resistono eliminando i catanzaresi.

NapitiaNAPITIA-Monasterace 0-0 dts
Partita tirata al “Tucci” di Pizzo con i padroni di casa che sono riusciti a mantenere il pallino del gioco senza scoprirsi rischiando inutilmente. Sono, però, serviti i tempi supplementari ai ragazzi di Cortese per brindare alla finale nonostante Liotti e Sanna (al quale è stata annullata una rete all’80’) avevano cercato in tutti i modi di regalare la vittoria. Il Monasterace, dal canto suo, ha comunque confermato di essere una buona squadra ed al termine dei 120′ di gioco è stato eliminato finendo il suo campionato a testa alta. Poche emozioni, dunque, in una gara bel controllata dai pizzitani che sono riusciti a mantenere inviolata la porta di Colombo festeggiando l’approdo in finale dove li attenderà il Real Spilinga.

Play Out
R.F.Gesù-REAL SPORTING CZ 0-1
Grande impresa del Real Sporting che vince a Crotone e conquista una salvezza che a Dicembre sembrava un vero e proprio miraggio. Primo tempo di marca crotonese con Procopio che alza la saracinesca e respinge gli attacchi di Pugliese e Pristerà. Nel finale salgono in cattedra gli ospiti con il portiere Cesario prima decisivo e poi battuto da bomber Pellegrino ancora determinante per i suoi. Nella ripresa la squadra di Amoroso si difende con ordine e rischia poco non concedendo quasi nulla agli avversari, finisce 0-1. Real Sporting salvo, Fondo Gesù in finale play out.

 S.P.A.-VenaS.P.APOSTOLO-VENA 1-1
Incredibile epilogo nella semifinale play out con il Vena che abbandona il campo nel recupero ad una manciata di minuti dai tempi supplementari. Nel primo tempo giocano meglio i padroni di casa, a cui viene anche annullata una rete per fuorigioco, ma sono gli ospiti ad andare in vantaggio con Grande al termine di una bella azione. Nella ripresa il Vena resta prima in dieci per espulsione dello stesso Grande, poi subisce il pari su rigore di Maruca che ha ripetuto una seconda volta dopo che la prima era stata intercettata dall’ottimo Gangale ed infine resta in nove per l’espulsione di Bilotta. Nei minuti di recupero, infine, l’abbandono a causa di una presunta sassaiola dagli spalti che avrebbe colpito un giocatore ospite. La palla passa dunque al giudice sportivo, per il momento San Pietro salvo e Vena costretto alla finale play out.

NEW SAN PIETRO- MARTIRANO LOMBARDO 2-2 dts
Al termine di una battaglia sportiva lunga 120′ interminabili minuti, i padroni di casa del presidente Silvestro festeggiano il mantenimento della categoria mandando gli ospiti in finale play out. Primo tempo chiuso sullo 0-0 senza particolari sussulti con Varrese che non ha trovato la porta in due occasioni ed il Martirano pericoloso in contropiede senza pungere. Nella ripresa Condoleo porta in vantaggio i suoi al quindicesimo ma Vescio impatta il risultato mandando le squadre ai supplementari. Nell’extra time gli ospiti ribaltano il risultato con Cerqua che ribatte in rete dopo una respinta di Fabiani ma vengono ripresi da Casalinuovo a cinque minuti dal termine. La New San Pietro così centra la salvezza, al Martirano servirà un altra prestazione di carattere per restare in Seconda.

V.Serrata-MILETO 1-4
Grande prestazione e salvezza raggiunta per il Mileto che batte, senza i favori del pronostico, la Vigor Serrata mandandola in finale play out. Nella prima frazione Del Giudice al quinto e Larocca al quindicesimo mandano avanti gli ospiti di due reti ma Sofi, capocannoniere e capitano del Serrata, non ci sta e mette dentro la rete che dimezza lo svantaggio. Nella ripresa, però, è solo Mileto con Del Giudice e Bagalà che chiudono i conti allungando il divario. Una grande impresa dei miletesi che mantengono la Seconda Categoria al termine di una stagione difficile e sfortunata che li ha visti per gran parte occupare il terzultimo posto della classifica.

Terza Categoria – Play Off
Isca semifinaleISCA-PRO URIA 2-0
Due gol per tempo del bomber Grande consentono all’Isca di battere la Pro Uria e qualificarsi per la finale play off di domenica prossima contro il Magisano. Gregorio Grande apre le danze al sesto minuto del primo tempo toccando di esterno e portando in vantaggio la squadra di Squillace; lo stesso attaccante raddoppia al secondo minuto della ripresa segnando dal limite dell’area senza dare scampo a Mercurio. Complice il forte vento le due squadre non riescono ad esprimersi come vorrebbero ma l’Isca gioca meglio e legittima la seconda piazza al termine della stagione vincendo meritatamente. Gli ospiti erano anche andati in rete con Garcea ma l’arbitro ha annullato per fuori gioco. Finisce 2-0 per i padroni di casa a cui manca un solo ostacolo per la promozione alla categoria superiore; Pro Uria che esce comunque avendo fatto una buona figura.

MAGISANO-AMARONI 1-1
Al termine dei supplementari il Magisano si qualifica e vola in finale play off eliminando un buonissimo ma sfortunato Amaroni. I padroni di casa vanno in vantaggio con Tozzo su rigore al ventesimo del primo tempo dopo un atterramento di Franco. Le squadre si danno battaglia senza particolari tatticismi ed a due minuti dal fischio finale Sestito dopo una mischia trova il pari che vale i supplementari. L’Amaroni ci prova in tutti i modi ma non riesce a segnare e si deve arrendere alla migliore posizione di classifica ottenuta dal Magisano nella stagione regolare. Padroni di casa che sfideranno l’Isca in campo avverso per giocarsi il pass per la Seconda Categoria.

Power by

Download Free AZ | Free Wordpress Themes