Tropea batte Parghelia nel derby ed insegue il primo posto.

lunedì 07th, dicembre 2015 / 12:00 Written by
Tropea batte Parghelia nel derby ed insegue il primo posto.

Di Rocco Barbuto
ingressoC’è gloria solo per il Tropea recitano le scritte nella curva dello “Stadio del Sole” di Tropea e così è stato, Tropea 3 Parghelia 1. Derby che mancava da vent’anni, molto sentito sulla Costa degli Dei per l’andamento del campionato delle due compagini imbattute ambedue prima di questa gara. Il Tropea avendo dalla sua il fattore campo ha saputo indirizzare la partita da subito. Pronti e via doppia traversa di Nazionale e Ciardulli, poi tocca a Ferro del Parghelia che da due passi viene ipnotizzato da Comerci. Sempre 0-0 ma il gol e nell’aria e Capitan Futuro Godano dai trentacinque metri infila Ranieri per l’1-0 del Tropea. Il Parghelia stordito subisce parecchio e su punizione Marchese tira una bomba che Ranieri è miracoloso nel mettere in angolo. Si va al riposo dull’1-0. Il Parghelia vuole attaccare e con due cambi sembra poter impensierire il Tropea ma al 5′ cambia la gara, Arena salta con il gomito largo e nel cadere colpisce Taccone che rimedia un taglia alla fronte e l’arbitro tra lo stupore espelle lo stesso Arena. Il Tropea invece di subire il contraccolpo gestisce la gara da squadra matura senza mai subire, iniziano i cambi e il gioco duro dovuto alla stanchezza. All’ 85′ la mossa vincente fuori bomber Ciardulli che ha lottato come un leone 1vs4 per 30′, sfiancato viene sostituito da Guerrera che dopo un minuto sugli sviluppi di una rimessa lunga di De Luca sfrutta la spizzata di Morris per sfiorare e mettere in gol, l’apoteosi Tropea 2 Parghelia 0. pargheliaSembra tutto finito, l’arbitro concede cinque minuti di recupero, il Tropea chiama un cambio con l’arbitro non lo fa effettuare ed il Parghelia si rimette il corsa in pieno recupero con Scordamaglia che sfrutta la difesa ferma per il cambio del Tropea. Il Tropea però va ancora in rete con una cavalcata di capitan Marchese sulla sinistra che al 94′ mette la palla per l’ accorrente Godano che fa doppietta con un preciso colpo di testa. Gol del 3-1 e fischio finale. Ottocento tifosi in terza categoria non si sono mai visti e chi ha assistito alla gara si è divertito, tanto sano sfottò ma l’ambiente sempre sportivo e sereno. Tropea tornerà dove merita, gli uomini di Barbieri ci credono ed è lui l’arma in più con il suo carattere che è l’espressione del gioco della squadra.