Comunicato del Nuova Valle

giovedì 25th, febbraio 2016 / 20:30 Written by
Comunicato del Nuova Valle

Riceviamo e Pubblichiamo – Ufficio Stampa Nuova Valle

Salve,
vorremmo denunciare quanto accaduto domenica scorsa in occasione della partita N.Valle – Atletico Maida valevole per la 7 giornata del campionato di Prima Categoria girone C. Purtroppo siamo sempre più convinti domenica dopo domenica, che la Nuova Valle in Prima Categoria dia fastidio a “qualcuno”. Qualcuno residente dove alberga la giustizia sportiva dalla penna facile e dalle sentenze comminate a proprio piacimento, infatti in seno alla giustizia sportiva vige un sano razzismo che separa nettamente il metro di giudizio da una società all’altra. Ebbene, la Nuova Valle in 22 partite di campionato ha avuto 17 designazioni di arbitri Cosentini. Una Tragedia! Ragazzi mandati allo sbaraglio sui campi di calcio, inesperti, e i più disconoscenti delle elementari regole del calcio. Potremmo elencare tutti gli arbitraggi scandalosi che la Nuova Valle ha avuto durante il campionato ma, non abbiamo più la voglia e la forza di elencare i danni perpetrati verso una società che esiste dal 1984 e che ha sempre e puntualmente versato le quote di iscrizione e gli oneri vari allaFIGC come d’altronde tutte le altre società che partecipano ai vari campionati. Siamo una società premiata quest’anno a Roma per la fedeltà di affiliazione!
Ci limitiamo a narrare quello che è successo domenica a Vallefiorita in occasione della partita citata in epigrafe. Ad un certo punto succedono dei diverbi in tribuna e naturalmente tutti ci mobilitiamo ad andare verso la recinzione che delimita il terreno di gioco per tentare di calmare gli animi. Si sono recati quasi tutti i calciatori delle due squadre più i dirigenti che sedevano in panchina. Ebbene, il signor Angotti, arbitro Cosentino (ma va), pesca nel mazzo ed espelle il calciatore n. 5 della Nuova Valle. Ci siamo chiesti il perché. A detta del fischietto, lui doveva applicare il regolamento. Ci avviciniamo all’arbitro e chiediamo spiegazione se era stato offeso. La risposta è stata negativa anzi testuali parole:”No, non mi ha detto nulla di offensivo, ho semplicemente applicato il regolamento”. Ed allora tutti gli altri che eravamo alla recinzione? Non dovevano essere espulsi pure gli altri? Perché non è stato applicato il regolamento pure con gli altri? Mistero. La partita era iniziata da circa 25 minuti, giocare una partita in 10 per un tempo e mezzo non è facile per nessuno figuriamoci per noi che era la partita che poteva valere un intero campionato! Partita tranquilla, naturalmente segna il Maida già forte di suo. Finisce il primo tempo ed è tutto tranquillo fair-play in campo tra le due squadre bene molto bene! Inizio della ripresa il Maida segna di nuovo per altre tre volte ma, nell’intermezzo, è successa una cosa gravissima. L’arbitro sentendosi un po’ la coda di paglia dichiarava ad un calciatore della Nuova Valle che lui non temeva nessuno, anche perché nel borsone aveva un coltello. Il calciatore si avvicinava alla panchina sbigottito dichiarando che l’arbitro gli aveva confessato di avere un coltello nel borsone che hanno sentito un po’ tutti. Per tutta risposta il calciatore viene squalificato per 4 giornate perché? Perché ha segnalato l’azione mafiosa del signor Angotti? Un ragazzo sprovveduto e poco intelligente ma, per farsi ancora forte di fronte alla platea espelle il capitano della Nuova Valle per doppia ammonizione. Il secondo fallo contestato pure dagli sportivissimi calciatori del Maida dichiarando all’arbitro che per questo fallo non ci fosse bisogno di estrarre il secondo cartellino ma, lui imperterrito diceva che doveva per forza estrarre il cartellino.

Cari Organi competenti ma, pensate veramente che la gente è stupida e non capisce le situazioni? Finisce che alcuni tifosi vedendosi sfidare dall’arbitro in modo palese hanno perso la pazienza e al triplice fischio hanno scavalcato la rete di recinzione e con un’azione repentina hanno picchiato il signor Angotti, stà di fatto che i calciatori della Nuova Valle hanno tentato in tutti i modi di difendere l’arbitro prendendo pure botte. Per carità gesto deplorevole da condannare ma, se si è arrivato a tale determinazione un motivo c’è! 5 PUNTI DI PENALIZZAZIONE I CONTI SONO STATI FATTI PER BENINO, GIUSTO, GIUSTO PER UNA RETROCESSIONE STUDIATA A TAVOLINO. MA PER OTTENERE GIUSTIZIA BISOGNA AGIRE SEMPRE CON MARTELLI E CALCI NEL SEDERE AGLI AVVERSARI? COME MAI QUASI TUTTE LE SOCIETA’ DI QUESTO GIRONE SI LAMENTANO? VE LO SIETE CHIESTO? IL CONTROLLO SULLE SOCIETA’ VA BENE MA LA PENNA DELL’ARBITRO CHI LA CONTROLLA? L’OPERATO DEI GIUDICI SPORTIVI E’ SEMPRE CORRETTO? LE SOCIETA’ COME SI DIFENDONO SE RIGETTATE PURE I RICORSI? CI DEVONO ESSERE DEI PARAGRAFI DA RISCRIVERE E PIU’ RISPETTO PER LE SOCIETA’ CHE PAGANO FIOR DI QUATTRINI PER TENERSI IN VITA IN UN PAESINO DI 2000 ABITANTI CON LA SPERANZA DI UN CAMBIAMENTO MIGLIORE PER I RAGAZZI CHE VERRANNO!!!!!

GIUSTO PER INFORMARE, LA NUOVA VALLE SI RECHERA’ DOMENICA A STILO E SCIOPERERA’ CONTRO QUESTO SISTEMA, VORREMMO SENSIBILIZZARE TUTTE QUELLE SOCIETA’ CHE CONDIVIDONO CON NOI QUESTA REALTA’ DI FARE ALTRETTANTO! SIAMO CONVINTI CHE IL CAMPIONATO DI PRIMA CATEGORIA GIRONE C EDIZIONE 2015-2016 E’ STATO AMPIAMENTE FALSATO COME DICHIARATO DA UN’ALTRA SOCIETA’ DI QUESTO GIRONE NEI GIORNI SCORSI!!!

Power by

Download Free AZ | Free Wordpress Themes