Promozione e Prima Categoria, commento ai recuperi

giovedì 17th, marzo 2016 / 15:56 Written by
Promozione e Prima Categoria, commento ai recuperi

petrona_1516Di seguito un breve commento ad alcuni recuperi dei campionati di Promozione e Prima Categoria giocati ieri dalla “nostre” squadre. Nel girone A di Promozione pesante sconfitta del Soverato Davoli sul campo dell’Amantea che non schioda i biancorossi dalla penultima posizione a quota ventuno punti, di contro la Garibaldina centra una preziosissima vittoria casalinga con il San Fili che le consente di allungare a sei il vantaggio nei confronti proprio del Soverato e di portarsi a meno due dalla salvezza diretta. Nel girone B di Prima Categoria il Petronà di mister Stanizzi, già praticamente salvo visto il più diciannove punti dalla penultima in classifica, perde a Papanice con qualche tensione di troppo nel finale che ha portato al cartellino rosso per l’estremo difensore di casa. Nel girone C, invece, la Rombiolese balza in vetta dopo aver battuto il Badolato che invece rimane con un punto di vantaggio sulla zona play out. Importantissima e convincente vittoria del San Gregorio di mister Pino Alessandro che batte, nello scontro salvezza, un Bivongi in caduta libera uscendo momentaneamente dalla zona rossa. Pari pirotecnico con arbitraggio discutibile tra Atletico Maida e Terina con i ragazzi di Barone raggiunti al novantesimo su calcio di rigore. Giallorossi quinti, amaranto che ad oggi sarebbero salvi.

GARIBALDINA-SAN FILI 2-1
reti 44° pt. Toscano (G); 16° st. Nicoletti (G); 44° st. Guerrieri (SF).
GARIBALDINA: Sacco, Gallo, Muraca, Sorrentino, D’Acri, Lepore, Perri, Gallo, Toscano, Nicoletti, Ahmed.
SAN FILI: De Marco, Ciano, Guerrieri, Gallo, Avolio, Rocca, Falù, Rende, Prete, Schiavello, Muraca.
GaribaldinaMuove la classifica la Garibaldina conquistando tre punti che mancavano dal 10 gennaio quando superò il Botricello in casa per 2-0. Oggi la zona calda scotta di meno, essendo a tre punti dalla decima posizione. Tutto ancora è possibile per uscire dal girone dantesco dei play out. I prossimi step, non sono così ostici, almeno sulla carta, ma il calcio insegna che le ipotesi si sciolgono nel giro di un ragionamento. Ma veniamo ad oggi, Sacco l’unica volta che ha visto la sfera pericolosa è stato quando Guerrieri ha fatto goal, poi mai il San Fili lo ha impensierito. Merito della linea maginot con Muraca, Gallo, Sorrentino, D’Acri, Lepore e Perri. La Garibaldina ha fatto tesoro della partita della scorsa domenica, meno scene da protagonismo e più gioco di squadra, è bastato questo per invertire il trend. Non ci sono insufficienze nella partita di oggi, ma qualche menzione da fare c’è eccome: bravo Hassan, un ragazzo alla prima esperienza in promozione, non ha mai tirato la gamba dietro e ha recuperato tanti palloni oltre a proporsi spesso con i compagni. Fuori il corazziere Sorrentino, per un fallo subito, stoico il suo rientro in campo nel secondo tempo. Toscano il goal lo ha fatto da solo, ha sradicato la palla dai piedi di Avolio, ha puntato la porta ed ha segnato. Bravi i due esterni difensivi, buona la prova di Mario D’Acri, intenso e combattivo Lepore, a 360° Perri, mentre Gallo ha sgroppato per 90′ e dove trova la forza è un mistero. Infine Nicoletti, a “mezzo servizio”, mette il sigillo alla partita con una punizione velenosa. Il San Fili ha mostrato un gioco ordinato e fluido, spesso con tocchi di prima e in velocità, oltre che può disporre di individualità di livello: Guerrieri, Avolio, Falù, Prete e Scicchitano stanno a dimostrarlo. Non ha demeritato, ma oggi la Garibaldina aveva la volontà giusta e quindi la vittoria è stata pienamente meritata. (Tratto da Garibaldina 1959)

ATLETICO MAIDA-TERINA 3-3
Atletico Maida: Lucia, Mazzei, Michienzi, Tarzia, Romagnuolo, Saladini, Caruso A, Martino, Ianni (75′ Bilotta), Muraca, Maertinez. A disp: Micheinzi T, Pingitore, Caruso S, Curcio, Paone. All. Barone
Terina: Chiodo, Trocini, Macrì, Politano, Macchione, Turano, De Rose, Gigliotti, Pirozzo, Consoli, Paradiso. All. Canonico
Marcatori: 8′ Caruso A (Rig. M), 40′ e 47′ Consoli (T), 54′ Martinez (M), 60′ Caruso A (M), 90′ Consoli (Rig. T)
Espulso Mazzei (M) al 68′ per fallo di reazione
antoniocarusoNon riesce la “quinta” al Maida contro una generoso Terina che porta a casa un importante quanto sofferto punto. La partita inizia subito con il Maida in vantaggio per un rigore netto decretato per fallo su Ianni e trasformato da Antonio Caruso che spiazza Chiodo. Sembra controllare l’Atletico cercando il gol del ko ed è ancora Antonio Caruso a sfiorare il palo dopo una bella triangolazione con Muraca. Al 40′ clamoroso svarione del Maida che regala palla a Consoli che dal limite dell’aria si inventa uno straordinario gol, non può nulla Lucia. In pieno recupero il gol del solito Consoli porta in vantaggio la Terina, sempre con l’aiuto di una distratta difesa giallorossa. Nella ripresa Maida pronto a ribaltare il risultato e Terina timida, e dopo pochi minuti arriva la rete di Martinez servito da Ianni per il 2-2. Il Maida preme, ci crede, e al 14′ passa in vantaggio con il solito Caruso che tenuto nettamente in gioco dall’ultimo difensore ospite, in velocità batte Chiodo in uscita. Sembra fatta per il Maida, giallorossi dominatori indiscussi della ripresa ma un’ingenuità di Mazzei (fallo di reazione ed espulsione) rimette la Terina in partita. Ma in verità il Maida non rischia che un tiro di Pirozzo ben parato da Lucia, ma all’89’ succede il fattaccio. Discutibile punizione per la Terina sulla trequarti propria, da questa scaturisce un presunto fallo di mano in area di Romagnuolo con il calcio di rigore quanto meno dubbio per la Terina. Alla battuta Consoli, si supera Lucia che respinge ma Consoli ribadisce in rete per il definitivo 3-3. L’Arbitro fischia la fine al 90′ anticipando di qualche minuto. Da segnalare a fine partita un brutto gesto da parte di una persona non identificata che buttava del terriccio e o altro addosso al capitano Macrì della Terina, la società Atletico Maida si dissocia completamente dal vile gesto fatto da questa persona che non centra nulla  con la società e con i tifosi del Maida ed è solidale con il giocatore della Terina Macri, esempio di correttezza in campo e fuori. (Ufficio stampa Atletico Maida) 

PAPANICE-PETRONA’ 2-1
StanizziUn Petronà incerottato e già sazio visto il buon girone di ritorno disputato che ha fruttato, ormai si può dire, la salvezza con grande anticipo perde di misura sul campo di un Papanice pericolante e affamato di punti per centrare anch’esso l’obiettivo di mantenere la categoria. Padroni di casa avanti di due reti nei primi quindici minuti con Liperoti e Garà che poi hanno subito nel finale di tempo il ritorno dei silani in gol con Arturo Berlingeri. Nella seconda frazione sale in cattedra il nervosismo, soprattutto tra i padroni di casa con la squadra catanzarese dell’ottimo mister Stanizzi che, nel frattempo, preme per trovare il pari che però non arriva. Nel finale a fare le spese per la tensione in campo è il portiere di casa che si becca il rosso diretto per un brutto fallo di reazione. Finisce 2-1, domenica ancora una trasferta per il Petronà che farà visita, questa volta, al forte Aprigliano in piena corsa per vincere il campionato.

monteleoneROMBIOLESE-BADOLATO 2-0
Marcatori: S. Monteleone, De Pascali (R)
Rincorsa terminata con successo! Finalmente la Rombiolese acciuffa la vetta della classifica dopo la vittoria odierna nella gara di recupero contro il Badolato. Due a zero il risultato finale, ampiamente meritato e mai in discussione. Gara condotta dagli azzurri in sicurezza, non rischiando quasi mai, e sbagliando in più occasioni la terza rete. Il difficile arriva adesso, servirà concentrazione in ogni gara per cercare di mantenere questa posizione fino alla fine della stagione. Domenica trasferta sul campo della Terina, squadra ostica , servirà una grande partita. (Tratto da FCD Rombiolese)

San Gregorio 8gSAN GREGORIO-BIVONGI PAZZANO 2-0
Marcatori: Eg. Simonetti, Greg. Simonetti (SG)
Un San Gregorio concentrato e determinato ma soprattutto ben messo in campo da mister Pino Alessandro concede il bis conquistando altri tre punti pesanti. Infatti, dopo la vittoria ottenuta Domenica con il 3-1 nel derby vibonese al Real Spilinga, i giallorossi si ripetono trascinati dai soliti Egidio e Gregorio Simonetti che rimandano battuto il Bivongi con il più classico dei risultati. Partita mai in discussione con i padroni di casa che si allontanano dalla zona play out e che nel prossimo turno faranno visita al San Ferdinando appaiato in classifica nel tentativo di allungare ancora per non rischiare nulla nel finale di stagione.