Il S.D. Soriano smentisce, nessuna aggressione all’arbitro

mercoledì 13th, aprile 2016 / 11:00 Written by
Il S.D. Soriano smentisce, nessuna aggressione all’arbitro

Nella giornata odierna noi società, calciatori e tifosi e simpatizzanti tutti della S.D.Soriano abbiamo appreso dai vari giornali locali e regionali dei fatti riportati riguardanti la partita di calcio tra la SSD Vazzanese e la SD Soriano, valida per il campionato di terza categoria disputatasi domenica 10 aprile 2016 al campo sportivo di Vazzano.
Ciò che stamane abbiamo ritrovato sui vari articoli è agghiacciante. Secondo quanto scritto dal  direttore di gara (Nicola Tortorella della sezione di Taurianova) sul referto, la partita è stata sospesa sull’1-0 per la Vazzanese dopo 15 minuti dal fischio d’inizio, causa minacce vivaci da parte dei giocatori ospiti che hanno messo in condizioni di non gestire in sicurezza la gara e rendendo necessario il ricovero dello stesso direttore di gara presso il nosocomio di Vibo Valentia. Sono tutte cose false, viste le varie testimonianze che possiamo fornire in primis noi tutti della SD Soriano, i giocatori e dirigenti della Vazzanese e anche il pubblico che ha seguito la gara. L’arbitro ha deciso di sospendere la partita per proteste, giuste e insindacabili, in seguito a due errori commessi dal medesimo, che ha anche sostenuto di aver commesso in separata sede di fronte a due dirigenti della SD Soriano e ad un dirigente o simpatizzante della SSD Vazzanese. Un gol in fuorigioco e una punizione da ripetere con annessa ammonizione per il giocatore vazzanese che non ha rispettato il regolamento, come appunto lo stesso vale a livello nazionale. In quel momento, sulle proteste comunque solo verbali e non minacciose o pericolose e soprattutto non fisiche, il direttore mimava il gesto del triplice fischio, necessario per regolamento per sancire la fine di una partita di calcio e correva negli spogliatoi da solo e in seguito ospitando nel suo stanzino privato sia l’allenatore-giocatore della SSD Vazzanese sia un dirigente e simpatizzante, mentre i giocatori della SD Soriano erano nel campo da gioco in compagnia anche di alcuni giocatori della Vazzanese. Nei quindici minuti prima che il capitano della SD Soriano potesse entrare nello stanzino del  direttore su ordine dello stesso in compagnia del capitano della SSD Vazzanese c’è stato un via vai solo di membri appartenenti a quest’ultima squadra, fino a quando il direttore ha dato per finita la partita di calcio. Gli articoli pubblicati oggi riportano l’esatto contrario della realtà dei fatti, testimoniabile da molte persone, dipingendo la squadra della SD Soriano come un manipolo di criminali e selvaggi che hanno rincorso un arbitro mettendolo in condizione di sospendere una normalissima partita di calcio e addirittura di andare in ospedale per ricorrere a non si sa quali cure. La SD Soriano è tutt’altro che questo tipo di società, è un gruppo formato soprattutto da giovanissimi i cui dirigenti si sono presi l’impegno morale, e non solo, di voler farli crescere sia calcisticamente che in un contesto sociale e non in un ambiente di tumulti e rivolte. Queste accuse molto pesanti potrebbero segnare la carriera di questi giovanissimi calciatori, che vanno dalla classe 1996 a 2000, che senza aver detto nulla e senza aver fatto nulla, rischiano pesanti condanne sportive quando la loro unica colpa sarebbe quella di voler emergere nel mondo del calcio, di farsi notare, di crescere in un campionato come quello di Terza Categoria che, nonostante non sia eccellente, può essere una rampa di lancio per il loro futuro.
Chiediamo quindi che sia eseguita una dovuta rettifica dei fatti e che se qualcuno dovesse pagare allora dovrebbe essere solo il signor direttore di gara Nicola Tortorella il quale, riportando queste oscene falsità sul referto, rischia di rovinare l’immagine di una comunità e di un gruppo di giovani che vuole invece scrollarsi di dosso delle macchie che purtroppo per altre questioni spesso ci penalizzano.

Ufficio stampa San Domenico Soriano