Due Mari Tiriolo, intervista a Mattia Lorenzo

giovedì 21st, aprile 2016 / 13:00 Written by
Due Mari Tiriolo, intervista a Mattia Lorenzo

di Lorenzo Fazio
Il calcio, passione di famiglia. E la famiglia Lorenzo a Catanzaro, di calcio, ne sa qualcosa. Il giovane Mattia, classe 1996, centrocampista del Due Mari Tiriolo si è distinto in mezzo al campo nella sfida interna con la vice capolista Verdoliva. Nipote d’arte di quel Pino Lorenzo che da Catanzaro ha iniziato la sua scalata al professionismo vestendo le maglie di Sampdoria, Cesena, Bologna, Pistoiese, Gubbio e Forlì. Anche il fratello maggiore Paolo è stato un buon difensore di Sersale, Montepaone, Real Catanzaro e Pro Catanzaro mentre il fratello minore ha vestito le maglie di Sporting Catanzaro Lido, Real Santa Maria, Montepaone e Pro Catanzaro. Mattia Lorenzo è cresciuto calcisticamente in diverse squadre del settore giovanile. Pulcini ed Esordienti con la Kennedy, Giovanissimi e Allievi con Soccer Sport e Vigor Catanzaro. La scorsa stagione la prima esperienza in prima squadra da difensore di fascia con la maglia del Caraffa in Seconda Categoria prima del trasferimento al Due Mari Tiriolo in cui mister Fazio, dopo qualche apparizione da esterno di difesa, gli ha trovato la giusta collocazione in mezzo al campo.

Mattia Lorenzo, giovane di buone prospettive. Qualche apparizione tra alti e bassi nel ruolo di esterno di difesa e domenica, in questo nuovo ruolo in mezzo al campo, una prestazione di ottimo livello. Raccontaci la tua stagione, ad un turno dal termine della regular season.
Ho avuto delle prestazione altalenanti nel ruolo di esterno difensivo anche perchè sicuramente il fisico alto che possiedo non mi aiuta molto in questa posizione nel campo. Domenica contro il Verdoliva, nel ruolo di centrocampista, mi sono trovato molto bene giocando una buona partita, insieme al resto della squadra che ha sfoderato una prestazione positiva.

La vittoria di domenica ha dato morale al Due Mari Tiriolo dopo una striscia negativa di risultati. Ora l’ultimo atto in quel di Amaroni prima degli spareggi play out per restare in Seconda Categoria. Che campionato è stato il vostro e cosa ti aspetti dai play out?
Sicuramente è stato un campionato in cui ha pesato il nostro passaggio dalla Terza alla Seconda Categoria, che è senza dubbio un campionato molto più impegnativo. In alcune partite abbiamo sbagliato l’approccio alla gara e questo, in molte occasioni, ha compresso i risultati. Quando, invece, siamo uniti e compatti abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti e domenica lo abbiamo dimostrato. Per i play out sono sicuro che con la grinta e la determinazione giusta difenderemo la categoria, per noi stessi e per il paese.

Sei cresciuto in diverse società del settore giovanile come Kennedy, Soccer Sport e Vigor Catanzaro. Che difficoltà hai riscontrato nel passaggio dalle giovanili alla prima squadra, sia lo scorso anno con il Caraffa che in questa stagione con il Due Mari Tiriolo?
La differenza si nota subito dall’intensità delle partite ma anche degli stessi allenamenti. La possibilità di misurarsi con calciatori fatti e di grande esperienza è una cosa fondamentale per poter crescere in questo sport. Penso di aver lavorato bene nel settore giovanile e di esser cresciuto in molti aspetti e ringrazio le società in cui ho militato per le opportunità di crescita.

Quali sono i tuoi obiettivi futuri? Fai un saluto alla redazione di Catanzaro Dilettanti e una tua opinione sul lavoro del nostro portale sul movimento dilettantistico della provincia.
Prima di ogni cosa penso alla salvezza del Due Mari Tiriolo e, in un futuro non molto lontano, sogno come tanti giovani di calcare campi di categoria superiore. Grazie alla redazione di Catanzaro Dilettanti per questa intervista e complimenti per il lavoro meticoloso che svolgete settimanalmente per il movimento “Dilettanti” della nostra città.

A Mattia Lorenzo un in bocca al lupo per la sua carriera e per il Due Mari Tiriolo da parte di Catanzaro Dilettanti.

Power by

Download Free AZ | Free Wordpress Themes