La rivelazione Amaroni è ormai una realtà, intervista a mister Cossari

venerdì 06th, maggio 2016 / 12:01 Written by
La rivelazione Amaroni è ormai una realtà, intervista a mister Cossari
cossariIn esclusiva per Catanzarodilettanti.it il tecnico dell’Amaroni (in foto copertina di repertorio la festa della scorsa stagione), una delle rivelazioni della Seconda Categoria. La squadra di Massimiliano Cossari (in foto a sinistra) è partita per salvarsi ed alla fine ha centrato un grande quarto posto che è valso la semifinale play off poi persa contro il forte ed attrezzato Monasterace. Nel ringraziare ancora una volta la società ed il tecnico per la collaborazione, vi proponiamo l’intervista che ci ha gentilmente rilasciato il mister amaronese.
Grazie mister per la disponibilità e complimenti per la stagione appena conclusa con la semifinale playoff. Cosa pensa del campionato dei suoi ragazzi? L’obiettivo raggiunto ha soddisfatto le vostre ambizioni?
Penso sia stato un campionato positivo, avendo raggiunto un risultato e un piazzamento sopra le aspettative e al di là di ogni pronostico. In quanto a inizio stagione, essendo anche una neopromossa, l’obiettivo era la  permanenza in categoria. Rimane comunque il rammarico a livello personale di aver perso nelle primissime giornate i nostri due attaccanti di ruolo (Antonello Bernaschino e Domenico Giampà) poiché sono convinto che con la loro presenza si poteva ulteriormente migliorare la classifica
Sconfitta sul neutro di Guardavalle nella semifinale play off. Che partita è stata contro il Monasterace?
La semifinale play off sul neutro di Guardavalle è stata una partita combattuta ed equilibrata specie nel primo tempo dove abbiamo avuto le nostre occasioni per poter passare in vantaggio, ci è mancata quella lucidità, quel cinismo e cattiveria sotto porta. Nel secondo tempo sono emersi i veri valori delle due squadre e le qualità individuali del Monasterace alla fine hanno avuto la meglio d’altronde il Monasterace è stato costruito per vincere il campionato anche se la rete dello svantaggio l’abbiamo subita a 15 minuti dalla fine su calcio di rigore  su una nostra ingenuità difensiva
L’Amaroni sarà ai nastri di partenza del prossimo campionato di Seconda Categoria. Lei resterà alla guida tecnica? Quali sono i piani futuri della società?
Per quanto riguarda il futuro della società non saprei dirti, a breve ci sarà una riunione societaria, e valuteremo insieme il da farsi e la migliore soluzione possibile
Tante squadre incontrate in questa stagione lungo il cammino. Ci faccia un punto sul campionato dalla vittoria finale del Montepaone alla retrocessione del San Vito passando per gli spareggi playoff e playout.
Campionato molto equilibrato e allo stesso tempo stimolante, a parte il Montepaone che ha strameritato di vincerlo dominando dall’inizio alla fine, complimenti anche al Verdoliva che ha tardato a carburare perdendo diversi punti nelle prime giornate altrimenti poteva ambire tranquillamente al primo posto e allo stesso Monasterace. Un’altra squadra che personalmente a me è  piaciuta molto per il gioco espresso è stata l’Albi ma che ha dovuto lottare fino all’ultima giornata per evitare i play out, poteva sicuramente ambire a posizioni più importanti anche se ci possono stare stagioni un po’ sfortunate, dispiace per il Tiriolo squadra che ho avuto modo di incontrare anche l’anno scorso con qualità individuali importanti  che si trova a lottare per la permanenza in categoria, onore al San Vito che nonostante le mille difficoltà è riuscito lo stesso a portare a termine il campionato. Colgo l’occasione per fare le congratulazioni al Montepaone per la vittoria finale ed un in bocca al lupo alle società del Verdoliva e del Monasterace per la finale play off e al Due Mari Tiriolo e Caraffa per la finale play out e complimenti anche a voi di redazione di Catanzarodilettanti.it per l’ottimo lavoro che fate