Il punto sul campionato di Seconda Categoria

martedì 24th, gennaio 2017 / 15:01 Written by
Il punto sul campionato di Seconda Categoria

Si sono giocate nel weekend le gare valevoli per la dodicesima giornata del campionato di Seconda Categoria. Nel girone C, il più colpito dalle avversità atmosferiche, tre gli incontri rinviati per il maltempo. Spiccano i poker messi a segno da Pol. Albi e Kennedy, entrambi in trasferta. Nel girone D, continuano a vincere le prime della classe con il Parenti che supera lo scoglio di Isca sullo Ionio. Nel gruppo E, una devastante Antonimina mette a referto undici reti accorciando sul Rosarno fermato dalla neve. Bagarre per la zona play off con tante squadre che si candidano per un posto al sole. (In foto copertina il saluto iniziale tra Saint Michel e Napitia)

Girone C

DM Tiriolo-Pol. Albi

DM Tiriolo-Pol. Albi

Si è giocato poco nel crotonese con i rinvii di Belvedere Spinello, Pallagorio e Crucoli che hanno dimezzato il programma previsto rimandando, a data da destinarsi, le fare con Verzino, Stelle Azzurre e Cotronei. Nella parte alta della classifica gioca solo l’Us Cerva fermato sul pari a Marcellinara dalla squadra di mister Lanciano. Schipani riagguanta un risultato che pareva spianare la strada ai padroni di casa in gol grazie all’autorete di Borelli. I neroverdi di Strignile agganciano, momentaneamente, le Stelle Azzurre in testa consapevoli, però, di aver disputato una gara in più rispetto ai sangiovannesi. Marcellinara che, invece, raccoglie un punto importante in ottica salvezza piazzandosi a metà graduatoria con quattro punti di vantaggio sulla zona play out e ben dieci sulla penultima in classifica. La Kennedy vince a Soveria inguaiando sempre di più lo Zagarise, viola che sembrano più quadrati dopo gli innesti di marcato e che possono contare su un ritrovato bomber Silvano a segno per l’undicesima volta. Presilani che, invece, rimangono ancorati in ultima piazza con un solo punto e la situazione si fa sempre più delicata. Opposte emozioni anche tra Due Mari Tiriolo e Polisportiva Albi, gli ospiti espugnano il “Cuture” grazie alla giornata di grazia di Belpanno autore di un prezioso tris che vale l’aggancio in classifica al Pallagorio, fermato dall’impraticabilità del proprio terreno di gioco. Se i ragazzi di Centola possono sorridere, anche se attualmente sono in zona play out, non si può certamente dire la stessa cosa per il Due Mari Tiriolo alla nona sconfitta stagionale ed in penultima posizione a quota cinque punti. La squadra di mister Renda dovrà vendere cara la pelle da qui in poi se vuole centrare una salvezza che, in questo momento, sembra lontana.

Girone D

Euro Girifalco

Euro Girifalco

Prosegue senza sosta il cammino in testa del Pianopoli che vince sul Caraffa, in rimonta, inanellando la decima vittoria stagionale. Ancora a segno il capocannoniere del girone Mazziotti che guida la truppa rossoblu di mister Scerbo che tocca quota 32 punti, miglior punteggio tra tutte le capoliste della Seconda Categoria. Impressionante il dato sulle reti subite, solo quattro per Mascaro e company su dodici incontri fin qui disputati. A sette lunghezze, vince soffrendo l’EuroGirifalco del nuovo allenatore/giocatore Mimmo Giampà che suda le proverbiali sette camicie per avere la meglio di un Campora per nulla intenzionato a fare da sparring partner. La doppietta di Leo Conidi riagguanta i tirrenici avanti di due reti grazie a Grandinetti e Ruperto. Nel finale decisiva un’autorete di Mignone che consente agli amaranto di mantenere il secondo scalino del podio. Vince anche il Real Mortilla che liquida la Bussolavis con un secco 4-0 su un campo ai limiti della praticabilità, la doppietta di Molinaro spiana la strada ai ragazzi del presidente Falbo che confermano il miglior attacco del raggruppamento con 34 reti messe a segno. Gara chiusa alla mezz’ora del primo tempo con l’espulsione del capitano ospite Defilippo ed il conseguente calcio di rigore trasformato con freddezza da Trapuzzano. Torna alla vittoria il San Pietro Apostolo grazie al guizzo di Nisticò, nella ripresa, che consente ai catanzaresi di blindare il quarto posto portandosi a più sei dall’inseguitrice Parenti. Classifica spezzata in due tronconi con le prime quattro che sembrano disputare un torneo a parte rispetto alle rimanenti otto. La prima squadra della seconda parte, come anticipato, è il Parenti che restituisce all’Isca la sconfitta dell’andata grazie alle marcature dei due Garofalo. Padroni di casa sottotono che segnano in pieno recupero con Vito Cosentino. Boccata d’ossigeno per l’Amaroni di mister Cossari che regola di musura la Nuova Valle nel derby, il gol lampo di Bernaschino nella seconda frazione basta a consegnare la terza vittoria e, nello stesso tempo, vale il sorpasso su Bussolavis e Belmonte entrambe al palo. Disperata, in fondo, la situazione della squadra di Vallefiorita che rimane a quota uno, rimediando l’ottava sconfitta.

Girone E

Jacurso-Acconia Spartans

Jacurso-Acconia Spartans

La capolista si ferma a Fabrizia, il Rosarno deve interrompere la propria striscia a causa della neve che non ha consentito lo svolgimento della gara con l’Allarese. Approfitta della situazione l’Antonimina che rifila ben undici reti alla Libertas Curinga agganciando la seconda piazza, in coabitazione con Tropea e Saint Michel. Pari di rigore nel derby tra Parghelia e Tropea con Ciardulli che risponde a Currà sancendo una equa divisione della posta in palio. Punto che fa comodo in chiave play off ai ragazzi di Barbieri, ma anche alla squadra di Addolorato che, al momento, sarebbe salva senza dover disputare il play out. Colpo grosso del Napitia di mister Boragina che, grazie alla zampata di Simone Sanna, espugna il terreno del Saint Michel avvicinando il podio. Vittoria di prestigio anche per l’AS Jacurso di mister Cerasia che, in rimonta, batte i cugini dell’Acconia Spartans infliggendo loro la settima sconfitta in stagione. Dopo in vantaggio fulmineo degli ospiti con Russo, è Condoleo allo scadere a riequlibrare le sorti del match. Nella ripresa, lo stesso Condoleo mette a segno il gol che vale tre punti importanti, adesso starà ai biancorossi decidere se vale la pena tentare di agguantare il treno play off. Al contrario, per la squadra del presidente Pellegrino, che ha chiuso in dieci per l’espulsione di Domenico Panzarella, solo dieci punti raccimolati nelle undici giornate disputate. Infine, rilancia le proprie ambizioni anche la Koa Bosco di Don Meduri che sfrutta la giornata super di Trawally vincendo 0-4 sul campo di una Vazzanese sempre più desolatamente ultima e senza molti uomini determinanti nella cavalcata della scorsa stagione.

Power by

Download Free AZ | Free Wordpress Themes