Il punto sul campionato di Terza Categoria

lunedì 30th, gennaio 2017 / 15:36 Written by
Il punto sul campionato di Terza Categoria

Si sono disputate nel weekend le gare valevoli per l’undicesima giornata del campionato di Terza Categoria nei gironi D ed E, la decima nel girone F. Nel girone settentrionale solo la Polisportiva Lamezia trova i tre punti nella parte alta, il Colosimi si avvicina alla zona play off. Nel raggruppamento catanzarese netto miglioramento nelle prestazioni delle squadre della seconda metà della classifica, davanti il Vena scappa via solitario. Nel gruppo vibonese torna a comandare il Capo Vaticano, Limbadi e Gerocarne si fanno sotto. (In foto copertina il selfie vittoria del Gerocarne)

N.I. Colosimi-V. Goretti

N.I. Colosimi-V. Goretti

Girone D
Si ferma parzialmente al “Provenzano” di Lamezia la cavalcata in vetta della Nuova Rogliano di mister Maletta che, nonostante la giornata di grazia del portiere Principe, viene raggiunta dal PSG Calabria dopo otto minuti di recupero, lamentando anche più falli nell’azione del gol del pareggio. I cosentini rimangono, comunque, al comando con un punto di vantaggio sulla Fortitudo Lamezia che oservava il turno di riposo previsto dal calendario. Sul fronte PSG ottima risposta della squadra di Fazio che, nonostante avesse davanti la capolista, ha giocato a viso aperto dimostrando di essere all’altezza della situazione e con un Muraca vero leader che non si è risparmiato. Altra giornata da ricordare per la Polisportiva Lamezia di mister Torchia che rifila cinque reti alla Pol. Fronti mettendo in evidenza altri giovani terribili con il classe ’98 Esposito autore di una doppietta ed il ’99 Muraca anche lui a segno, senza dimenticare il centrocampista Akimboboye classe ’98 che ha dominato il centrocampo. I lametini accorciano sulla vetta, portandosi a soli due punti dalla battistrada ed agganciando la Nuova Grimaldi. A proposito di quest’ultimi, nell’anticipo di sabato è il Real Soveria a mettersi in mostra imponendo il pari ai cosentini. La rete di Scalise decide la prima frazione, nella ripresa è il difensore Mignogna, ancora una volta tra i migliori, a riequilibrare le sorti dell’incontro consegnando ai suoi un pari sostanzialmente giusto. Chi può sorridere per la vittoria e la posizione in classifica è, senza dubbio, l’Excalibur Fronti del presidente / allenatore Donato che, trascinato dalla tripletta del solito Scarpino, batte il Martirano Lombardo rifilandogli la sesta sconfitta. Una gara da seguire alla vigilia poteva essere sicuramente la sfida tra Colosimi e Virtus Goretti, e così si è dimostrata. Le due squadre, alla ricerca dei tre punti per lasciarsi all’inseguimento dei play off, non si sono nascoste giocando a viso aperto con buone trame di gioco. Molinaro illude gli ospiti nel primo tempo, un sontuoso Lepanto ribalta il punteggio nella ripresa regalando tre punti prezioni alla squadra di Perrone che deve ancora recuperare la gara casalinga con il Martirano prevista per giorno 8 Febbraio. In coda, importante exploit esterno del Lago che espugna il campo dell’Athletic Club Gizzeria, scavalcandolo in classifica, con le reti di Ombres e Cherubini. La squadra del presidente Mazzotta trova, così, la seconda gioia stagionale mentre, per i tirrenici, trattasi delle settima sconfitta in dieci incontri disputati. Chiude la classifica la Polisportiva Fronti con quattro punti, reduce da un pesante passivo rimediato nel derby lametino. Curiosità del girone è lo zero nella casella sconfitta per Nuova Rogliano e Nuova Grimaldi che possono anche vantare la migliore difesa con sette reti subite da entrambe.

Cuturella e Pol. San Vito posano insieme per la foto di rito

Cuturella e Pol. San Vito posano insieme per la foto di rito

Girone E
Nel raggruppamento catanzarese l’attenzione era rivolta al big match tra Cortale ed Atletico Sellia Marina, i catanzaresi riescono ad uscire indenni sostenuti anche dalla buona prova del pacchetto difensivo con l’estremo difensore Vero in evidenza. Padroni di casa che non riescono a sfondare, resta a secco il capocannoniere del girone Serratore ed i biancoazzurri scivolano in seconda posizione. Il Vena di mister Montesanti batte anche il Mac 3, in rimonta, e vola solitario in testa allungando a più due. Di Iuliano e Scerbo le reti giallorosse che valgono i tre punti. Partita difficile per i padroni di casa, una vittoria sofferta anche per merito di un Mac 3 schierato ottimamente in campo dal nuovo tecnico Fazio che sta ricevendo molti attestati di stima e rispetto dagli addetti ai lavori. Torna in auge anche il Magisano che si riprende il terzo scalino del podio, infliggendo un secco 3-1 al Gimigliano. In evidenza i due Tozzo, Antonio che offre le solite geometrie in mezzo al campo e Davide decisivo con la sua doppietta. Continua a scalare posizioni anche la Nuova di Francia di mister Iorfida che batte il Prasar nello scontro diretto confermando la posizione in zona spareggi. Trascinata da un Santoro in grande forma, la squadra di Santa Caterina passa con capitan Colubriale, Pilato e lo stesso Santoro. Di Iofalo, su uno splendido calcio di punizione, il momentaneo pari dei catanzaresi. A fine gara, terzo tempo tra le due squadre che si sono ritrovate al “Catojo” per festeggiare insieme la bella giornata di sport. Importante è anche il successo esterno dell’USD Maida di mister Bonsignore che riassapora il gusto dei tre punti espugnando Serrastretta grazie alle reti di V. Giampà (migliore in campo) e Isabella, inutile il gol di Fazio per i padroni di casa. Biancoverdi che si portano in sesta posizione a tre lunghezze dall’ultimo posto utile per disputare i play off. Altra importante affermazione è quella del Cuturella che, nel festival del gol, batte 4-3 la Polisportiva San Vito per nulla rassegnata a cedere il passo. Alla fine, risulterà decisiva la doppietta di Costantinescu, ma è Marco Ieraci l’uomo in più di questa squadra sempre al posto giusto nel momento giusto. Ci hanno provato gli ospiti a giocare lo scherzetto ma le reti di Greto, Papasodaro e Macrì non sono bastate per uscire indenni da Cropani. Cuturella che aggancia il Serrastretta toccando quota undici punti, San Vito che resta a sette. Chiude la classifica il Mac 3 con sei punti ma, siamo certi che nelle prossime settimane ci saranno ulteriori capovolgimenti di fronte.

Loiacono - Capo Vaticano

Loiacono – Capo Vaticano

Girone F
Nel gruppo vibonese nuovo sorpasso in testa con il Capo Vaticano che batte il Filandari nell’anticipo scavalcando la Stella Marina fermata sul pari a Zungri. Sesta vittoria dei neroverdi che, grazie al tris di Loiacono, battono il Filandari estromettendolo dalla lotta al vertice. Sorpasso operato dai ricadesi che infilano la sesta vittoria toccando quota ventuno punti. La Stella Marina si ferma a Zungri, partita dura e con tante occasioni da rete ma questa volta la porta della squadra di casa sembra stregata e gli ospiti devono accontentarsi del pari. Per gli ospiti ancora a segno Alfio Scavone con un bel diagonale dal limite, strana la rete della Fulgor con una palla calciata da centrocampo e svirgolata che s’impenna facendo perdere il tempo e scavalcando il portiere Stilo. Nella ripresa occasionissima per gli ospiti su calcio di punizione ma la palla sbatte prima sulla traversa e poi sulla linea strozzando l’urlo in gola dei nicoteresi che restano, comunque l’unica compagine imbattuta del girone e con sole cinque reti subite. Alle spalle delle coppia già citata, si fanno avanti Pol. Limbadi e Gerocarne che continuano a caminare a braccetto. La squadra di mister Schiavello espugna il campo della Joppolese con le reti dei due Pisano, di Idà e di Papillo, la Pol. Limbadi travolge il Paravati trascinata dalla tripletta di Preiti. A nostro avviso, bisognerà fare i conti con entrambe queste due compagini per la vittoria finale perché profondamente cambiate rispetto alla scorsa stagione sia nell’organico che nella mentalità. In zona pkay off si conferma la Nuova Calimera di mister Romano che espugna Sant’Onofrio dimunuendo le aspettative dei padroni di casa. Taccone, Pugliese e Chimera segnano le reti che valgono tre punti quando mai preziosi, di Fortuna la rete dei locali. Detto della prima metà della graduatoria, cambia poco dietro. Filandati e Zungri mettono in cascina un punto, notevole il calo della Fulgor che aveva iniziato la stagione alla grande per poi scivolare sempre più dietro. Sant’Onofrio a quota undici, Paravati a quota sei (in rete nella propria gara con A. Fogliaro) e Joppolese a zero, chiudono la classifica.

Power by

Download Free AZ | Free Wordpress Themes