Il punto sul campionato di Seconda Categoria

martedì 14th, febbraio 2017 / 15:40 Written by
Il punto sul campionato di Seconda Categoria

Si sono giocate nel weekend le gare valevoli per la quindicesima giornata del campionato di Seconda Categoria. (In foto copertina Pol. Belmonte e Pianopoli insieme per commemorare la scomparsa del giovane Cristian)

Pol. Albi-Belv.Spin. - Striscione per Davide

Pol. Albi-Belv.Spin. – Striscione per Davide

Girone C
Apriamo la rassegna sul girone ricordando che in settimana si erano disputati tre recuperi importanti che hanno ridefinito le gerarchie della classifica dando conferme, ma anche riservando alcune sorprese. In testa, scatto forse decisivo delle Stelle Azzurre che, dopo aver espugnato Pallagorio nel recupero di mercoledì con reti di Allevato e De Roberto, si sono ripetute travolgendo in casa il fanalino di coda Zagarise per 6-1. Gara che inizia con un calcio di rigore per gli ospiti parato da Romano, poi si scatena il bomber De Roberto che ha vissuto l’ennesima domenica di grazia. Al quindicesimo l’attaccante silano va in rete su assist di Ferrise ricambiando poi il favore, cinque minuti più tardi, al compagno Negoita. Al 35′ segna Mazzei ben servito da Lammirato che poi, tre minuti più tardi, trova lui stesso la rete su assist del sempre verde De Roberto. Al 55′ ancora De Roberto gonfia la rete, per poi servire un cioccolatino al compagnò Spanò che sigla la sesta rete dei suoi. Lo Zagarise, la cui situazione è sempre più critica, si consola con la rete della bandiera ad opera di Prudente. Alle spalle della capolista, solo un punto per il Cerva di mister Strignile stoppato in casa da una Kennedy in zona play off. Inizia bene la gara per i catanzaresi di Folino che prima si salvano con Rizzuto che para il calcio di rigore assegnato al Cerva, e poi vanno in vantaggio con il solito Mancuso. I neroverdi non ci stanno e ribaltano il parziale sfruttando un’autorete di Costa su tiro di Barletta ed un gol di Bizzantini. Sul finire della prima frazione anche la Kennedy usufruisce di un calcio di rigore ma, anche questa volta, il portiere è più bravo dell’attaccante e Teducci para il tiro all’ex Scalzo. Nel secondo tempo la Kennedy ribalta completamente l’inerzia siglando prima con Larussa e poi con Mancuso ma è Nicola Barletta a realizzare la rete del definitivo 3-3. Dopo aver pareggiato 1-1 nello scontro di mercoledì con reti di Bevilacqua e Mangone, Verzino e Belvedere continuano la loro marcia trovando due successi di misura che confermano la posizione acquisita. Il Verzino, su un campo al limite della praticabilità, riesce ad avere la meglio di una volitiva Crucolese, grazie al guizzo del neo arrivato Marino al 25′ del primo tempo che regala alla squadra di Arcuri un prezioso brindisi, ribattendo in rete un tiro del compagno Pettinato salvato sulla linea. A blindare i tre punti ci pensa il portierone Guzzo che si esibisce in tutto il suo repertorio mantenendo inviolata la propria porta. La Crucolese, dal canto suo, galvanizzata dal successo di mercoledì ai danni del Cotronei, ha giocato la sua gara non demeritando affatto, anzi sfiorando la rete in più occasioni. Di Barberi, Manno, C. Amantea e Parrilla le reti che hanno piegato la squadra di Ceraudo nel recupero, 4-3 il finale. Cotronei, a segno mercoledì con Vizza, Oliverio e Iacometta, che scivola così in quinta posizione, con una gara da recuperare, visto il rinvio della sfida con il Marcellinara, a causa di lavori di manutenzione allo stadio “Baffa”. In quarta posizione si attesta il Belvedere Spinello che espugna Albi grazie ad una grande giocata di Cordua confermandosi in corsa con sette punti nelle ultime tre uscite. La squadra del presidente Procopio ha anche ricevuto un’attestato di vicinanza dalla società di casa che ha omaggiato i crotonesi dedicando uno striscione a Davide, il bambino ferito allo stadio la scorsa domenica. Importante successo esterno del Pallagorio di mister Bonanno che, giocando due partite in tre giorni (giovedì il recupero perso contro Stelle Azz.), espugna sabato il “Cuture” di Tiriolo con gol di Scaramuzzino, Amendola e P. Gentile che vale un significativo balzo in avanti in chiave salvezza. A nulla serve la rete catanzarese di De Sio, anche se quantomeno il Tiriolo è tornato in campo dopo i due forfait consecutivi con la situazione che resta, comunque, disperata.

Bussolavis-Amaroni

Bussolavis-Amaroni

Girone D
In una giornata condita dalla commemorazione per la morte del giovane Cristian e dalla tanta emozione che si respira nella cittadina tirrenica, Pol. Belmonte e Pianopoli si uniscono nel ricordo abbracciandosi prima della disputa della gara. La capolista, però, non fa sconti e con un gol nel finale del capocannoniere Mazziotti porta a casa l’intera posta in palio allungando sulle inseguitrici. EuroGirifalco fermato a Caraffa che vede scappare via il Pianopoli, gli uomini di Giampà non vanno oltre il pirotecnico 3-3 al “Puccio” perdendo la scia. Gara giocata a viso aperto e con continui ribaltamenti nel parziale, mattatori Sulla e Leo Conidi autori di una doppietta ciascuno. Pari che avvantaggia il Real Mortilla che riesce a vincere di misura sul campo del Parenti, portandosi a meno uno dal secondo posto. Silani in vantaggio all’ottavo della ripresa con Fuoco che, dal limite, scarica un missile su cui nulla può il buon Stranges. Intorno al settantesimo l’uno-due micidiale degli ospiti con Talarico, e De Fazio in mischia, che ribaltano la contesa a proprio favore. Non delude le aspettative nemmeno il San Pietro Apostolo che, però, riesce ad avere la meglio di un coriaceo Isca solo nella seconda frazione. Dopo lo 0-0 del primo tempo, Cittadino inserisce Sacco che cambia la partita, la squadra di casa ne giova e con Muraca, due volte, e Buso chiude i giochi. Di Lamanna, a sette dal termine, la rete jonica della bandiera. Tra i biancorossi, registriamo l’esordio del portierino classe 2002 Sirianni di cui si dice un gran bene. Boccata d’ossigeno per il Campora che con un Cicero straordinario, autore di un poker, batte in esterna la Nuova Valle e si piazza al quinto posto con diciannove punti in una zona di assoluta tranquillità. I gol del bomer tirrenico al 35′, 41′ e 44′ del primo tempo ed all’86’ su calcio di rigore, Ruperto e Grandinetti gli autori delle altre due segnature che valgono un pesante 1-6. Stesso discorso per l’Amaroni di mister Cossari che vince il derby sul campo della Bussolavis grazie al gol di Bernaschino appaiando i tirrenici e l’Isca. Squadra in crescita quella amaronese che, dopo un avvio a singhiozzo, sembra essere tornata quella brillante dei tempi migliori. In coda cambia poco o nulla, mercoledì nel recupero Bussolavis e Pol. Belmonte si erano divise la posta in palio con la doppietta di Stranieri che aveva illuso i girifalcesi poi ripresi da Porco e Arlia. Al momento si disputerebbero i play out con le due squadre appena citate in svantaggio rispetto alle dirette contendenti Parenti e Caraffa. Chiude a zero la Nuova Valle, ormai ad un passo dal baratro, su cui grava una pesante penalizzazione di quattro punti.

Antonimina-Rosarno

Antonimina-Rosarno

Girone E
E’ aggancio, il Tropea di mister Barbieri batte 5-0 l’Allarese ed acciuffa in testa il Rosarno fermato in casa dall’Antonimina. Ancora il bomber Ciardulli tra i protagonisti, con una doppietta, nel successo dei tirrenici che macinano gioco ottenendo punti importanti. Sekou, Contartese e De Luca gli altri marcatori di una compagine che non ha mai nascosto le proprie ambizioni di primato e che, dopo una rincorsa, è riuscita a riagguantare la vetta. L’abbiamo spesso detto, il Tropea ha un portiere forte e Comerci si conferma ancora parando ad Abidou il rigore assegnato poco prima del fischio finale. Il Rosarno, con una gara in meno (Allarese-Rosarno 25/2 ndr) deve dividere la testa della classifica, poiché fermato in casa da una buona Antonimina. Al 35′ del primo tempo il solito Fabio Macrì incrocia un bel tiro che inganna il portiere portando avanti gli ospiti ma, nel secondo tempo, la partita cambia fino al pari del Rosarno su rigore con Galati. Non mancano nel finale le occasioni per le punte ioniche che in contropiede rischiano di segnare il gol della vittoria anche se, nel recupero, Palmisano nega due volte il gol alla squadra di casa. A due lunghezze di distanza troviamo il Parghelia a cui ha fatto bene la cura Addolorato, 3-0 al Saint Michel e terza posizione confermata. Quarta vittoria consecutiva anche se serve l’ingresso di Ferro nella ripresa per spostare gli equilibri. Alla mezz0ora un’incursione in area di Currà costringe il difensore ospite al calcio di rigore, dal dischetto Russo è infallibile. Pochi minuti dopo è il solito Jeng a raddoppiare con un’azione di sfondamento dalla sinistra. A chiudere il conto è un siluro di Currà che regala il successo chiudendo i giochi. Balzo in avanti della Koa Bosco che batte l’Acconia Spartans, supera in classifica il Napitia e si porta ad un punto dalla zona play off. Gara decisa nella ripresa con Trawally che porta i reggini sul doppio vantaggio ma Russo e Franzè riequilibrano le sorti della sfida. Cheiw e Alain nel finale regalano i tre punti alla squadra della piana. Strepitosa affermazione esterna dell’As Jacurso di mister Cerasia che vince a Pizzo 4-0 trascinato da un super Perri autore di una tripletta e capocannoniere indiscusso del girone con quattordici centri. Condoleo sblocca nella prima frazione, il ciclone Perri si abbatte sul “Tucci” nella ripresa, regalando ai biancorossi il settimo posto. Da recuperare anche la sfida tra Jacurso e Koa Bosco (25/2 ndr). Finisce 3-3 il delicatissimo scontro salvezza tra Libertas Curinga e Vazzanese con la squadra di casa che riesce ad acciuffare il pari. Vazzanese avanti con Bianco ma ripresa da Sodaro. Al 37′ del secondo tempo è Loberto a portare avanti i suoi, passano appena tre minuti e Pileggi riagguanta la parità. Allo scadere la Vazzanese riesce anche a ribaltare l’inerzia con Maida, ma è ancora Sodaro a regalare il gol del 3-3 al Curinga che infonde ancora speranza. In coda Acconia Spartans a quota undici con una gara in meno, Allarese a quota nove con due gare da recuperare, Libertas Curinga sette e Vazzanese cinque punti. Domani l’importantissimo recupero Allarese-Acconia Spartans, estremamente delicato in chiave salvezza. 

Power by

Download Free AZ | Free Wordpress Themes