Il punto sul campionato di Terza Categoria

martedì 14th, febbraio 2017 / 12:48 Written by
Il punto sul campionato di Terza Categoria

Si sono disputate nel weekend le gare valevoli per la tredicesima giornata del campionato di Terza Categoria nei gironi D ed E, la dodicesima nel girone F. Nel girone settentrionale non conosce sosta la cavalcata della Nuova Rogliano, Pol. Lamezia nuova diretta concorrente. Nel gruppo E del catanzarese è di nuovo una coppia a comandare con il Cortale che aggancia il Vena, bagarre pazzesca in zona play off. Nel raggruppamento del vibonese si conferma imbattibile la Stella Marina che vince lo scontro al vertice, tra primo e quinto posto solo cinque punti di distacco. (In foto copertina una fase di gioco della gara di vertice tra Limbadi e Stella Marina)

Pol. Lamezia-N. I. Colosimi

Pol. Lamezia-N. I. Colosimi

Girone D
Nel big match della tredicesima giornata è la Nuova Rogliano di mister Maletta a centrare i tre punti grazie ad un’autorete di F. Gigliotti, su un cross insidioso, che vale la nona vittoria stagionale. Al “Provenzano” di Lamezia, la Fortitudo di Coclite cede l’intera posta in palio scivolando a meno quattro dalla vetta ma recriminando per le buone occasioni avute e non finalizzate anche per le grandi parate di Principe. I Rossoneri, dal canto loro senza sconfitte al passivo, devono comunque guardarsi dalla Polisportiva Lamezia che, grazie ad una perla del bomber Paletta, riesce ad avere la meglio di un’ostica e sempre ben organizzata Nuova Indomita Colosimi, rimanendo a meno due dai cosentini. Complimenti ai tecnici Torchia e Perrone, che nulla hanno a che vedere con la categoria, che hanno plasmato due bellissime realtà con magistrale organizzazione e cura dei dettagli. Una compagine in forte ascesa che ricalca alla perfezione le ambizioni del proprio tecnico, mister Fazio, è il PSG Calabria che, nonostante tante assenze importanti batte, con il più classico dei risultati, un buonissimo Martirano Lombardo con i gol di Lo Prete e Matteo Torcasio. Gli ospiti del duo Gallo – Cerqua, giocando una gara di carattere, hanno dimostrato di meritare una classifica migliore, sicuramente ha influito anche il recupero infrasettimanale perso a Colosimi per 3-2. Seconda sconfitta in campionato per la Nuova Grimaldi che cade, a sorpresa, sul campo dell’Athletic Club Gizzeria scivolando in quinta piazza. Il Gizzeria di Arcieri, finalmente vivo, torna al successo in rimonta grazie alle marcature di Cicco e Talarico che ribaltano l’iniziale svantaggio messo a segno da Vigna. Per gli ospiti un periodo meno brillante condito sicuramente da un pizzico di sfortuna. L’Excalibur Fronti viene fermato sul pari nel derby con la Virtus Goretti perdendo l’occasione di agguantare al zona play off, è botta e risposa Costanzo – Molinaro sul tabellino dei marcatori. Ospiti che sembrano poter scalare la classifica ma che non riescono a trovare lo sprint decisivo rimanendo a quota dodici. Infine, un Real Soveria in formato top rifila sei reti alla Pol. Fronti trascinato dalla tripletta di Arena e dalla doppietta di Aretino. Neroazzurri che toccano quota dieci, rimanendo in quartultima piazza ma, a sole due lunghezze dall’ottava posizione.

larosa

Larosa – Prasar Tripletta per lui

Girone E
Vena e Cortale, punti 32. Questo il responso dopo la tredicesima gara di campionato nel girone catanzarese. I giallorossi di Montesanti vengono fermati a Gimigliano dalla squadra di Ambrosio in evidente miglioramento dopo le vicessitudini dell’ultimo periodo. Scerbo e Ciambrone firmano le reti che chiudono l’incontro sull’1-1. Ne approfitta il Cortale che espugna Serrastretta con una rete di Muraca, anche un rigore fallito per i biancoazzurri con il portiere di casa Bonacci che para il tiro dagli undici metri. Non da meno il collega Frontera, che con i suoi inrterventi, ha saputo mantenere inviolata la propria porta contribuendo ad una vittoria importante quanto preziosa. Alla vigilia, i riflettori era puntati sul campo di Calabricata dove si affrontavano due matricole terribili. A spuntarla è stato l’Atletico Sellia Marina di Raffaele Borelli che batte di misura la Nuova di Francia scavalcandola in classifica e piazzandosi sul terzo scalino del podio, visto anche il pari del Magisano a San Vito. Prima frazione chiusa in parità con reti di Citraro e Santoro, nella ripresa è il guizzo di Daniele Garcea a regalare il successo ai “blancos”. Come detto, resta a quota ventidue il Magisano di Tozzo e compagni fermato da una vivace Polisportiva San Vito per nulla intomorita dalla classifica e che ha cercato di far propria l’intera posta in palio con Sgrò e Parafati a dettare perfettamente le geometrie. Il pari ad occhiali, forse non rispecchia l’andamento dell’incontro, ma è il risultato più giusto per la sfida andata in scena al “Tripomelingi”. Roboante prestazione del Prasar che si affaccia nelle zone alte trascinato dalla tripletta di capitan Larosa, in grande spolvero. La squadra di Iofalo, a due lunghezze dai play off, batte 5-2 il Mac 3 lasciandolo in ultima posizione. Di Grandinetti le altre due reti dei padroni di casa, Scalese e De Santis a segno per i lametini che fanno un passo indietro rispetto alle prestazioni delle ultime settimane. Si avvicina pericolosamente alla zona che conta anche l’USD Maida di mister Bonsignore, una vera e propria mina vagante del girone di ritorno se riuscirà a trovare la continuità che di cui necessita. Una bomba da venticinque metri dell’esterno Minio regala il quinto successo ai biancoverdi che toccano la soglia dei diciotto punti, battuto ed allontanato un Cuturella apparso sottotono.

Selfie vittoria Gerocarne

Selfie vittoria Gerocarne

Girone F
La Stella Marina espugna Limbadi facendo suo lo scontro al vertice e resta in testa senza aver subito alcuna macchia sul curriculum. Partita bellissima, certamente degna di categorie superiori, e ricca di colpi di scena con gli ospiti avanti con il difensore Arfuso che di testa corregge in rete un calcio di punizione di Megna; il raddoppio è ad opera di F. Scavone che su punizione dal limite infila con una pennallata. L’orgoglio del Limbadi è tanto e Contartese su rigore accorcia le distanze, poi ci pensa Maccarone a siglare la terza rete dopo un’azione insistita sulla sinistra di A. Scavone che lo pesca libero in area, per il più semplice dei gol. Il Limbadi trova la forza di accorciare ancora con Desiderato, ma è la Stella Marina a portare a casa l’intera posta in palio. Alle spalle della capolista si fa strada il temibile Gerocarne che rifila quattro reti al Paravati con Schiavello, autore di un tris, assoluto mattatore dell’incontro. La squadra di mister Franco Schiavello resta a meno due dalla vetta staccando appunto Limbadi, ma anche lo sconfitto Capo Vaticano. S’inserisce in terza piazza la Nuova Calimera di Romano che batte il fanalino Joppolese tornando finalmente in una zona di prestigio. Taccone e Pugliese regalano un successo previsto, ma non semplice da ottenere contro un avversario che onora sempre al massimo le proprie gare pur partendo come sfavorito. Chi perde posizioni e scivola indietro è il Capo Vaticano che senza Surace, Miceli, Pugliese e con un Ripepi a mezzo servizio cede sul campo del ritrovato Sant’Onofrio che, a sua volta, centra il colpo della settimana. Fortuna e Febbraro regalano i tre punti alla squadra del navigatissimo mister Naccari che si porta a quota quattordici appaiando lo Zungri. Proprio la Fulgor ed il Filandari si dividono un punto a testa mancando l’opportunità di avvicinare le zone nobili della graduatoria, ospiti che rimangono a diciotto punti in sesta piazza. Paravati e Joppolese restano in coda rispettivamente con sei e zero punti: una vittoria e tre pari ottenuti dai biancoazzurri, dodici sconfitte consecutive e solo nove reti messe a segno per i rossoblu.