Corigliano batte Acri ed intravede la “terra di mezzo”

lunedì 20th, febbraio 2017 / 10:24 Written by
Corigliano batte Acri ed intravede la “terra di mezzo”

Un autoritario Corigliano batte l’Acri 3 a 0 nell’ennesimo derby tutto cosentino d’Eccellenza calabrese. Nel match valevole la ventiduesima giornata, jonici volitivi e presenti all’appuntamento grazie ad una vittoria molto utile in chiave salvezza. Trionfo essenziale ai biancazzurri e classifica che, seppur corta, sorride alla squadra di mister Aita. I tre punti arrivati permettono ai coriglianesi uno scatto importante che agganciano la Luzzese in quintultima posizione a quota 24 punti. Ad oggi, scontri diretti alla mano, i coriglianesi sarebbero avvantaggianti nei confronti dei silani ma la lotta per la permanenza diretta si preannuncia ancora lunga con altre 24 unità tutte da assegnare. Tuttavia, dopo qualche ultimo passo falso e il pareggio contro il Sambiase, il Corigliano torna ad elargire la legge casalinga contro un avversario come quello acrese reduce da ben nove risultati utili consecutivi. La compagine del tecnico Galeano, però, ha dovuto fare i conti con la fame di punti dei ragazzi di Aita che già al 13′ del primo tempo sbloccano il risultato con il solito funambolico Canale: pescato da un cross centrale, si accentra da sinistra, si immette in area con gran puntualità, ispeziona e batte a rete. Poco dopo potrebbe arrivare il raddoppio con Gueye ma fallisce la sua incornata da distanza ravvicinata. I rossoneri tentano di reagire con Perrotta e Stilo ma la difesa biancoazzurra è diligente e chiude beni gli spazi. Acri incisivo prima dell’intervallo su penalty ma l’estremo Thiam ricaccia la minaccia su una conclusione di Stilo. Nel secondo tempo, Corigliano ancora più votato al trionfo con schemi predisposti nel respingere gli assalti ospiti e nel trovare la rete del raddoppio. Acresi che ci provano con le new- entry Pellicori, Montagnese e Fabbricatore per addirizzare le sorti della gara ma senza effetti sperati. Coriglianesi, infatti, ben orchestrati sin dalle retrovie da capitan Granata che rispedisce al mittente, in sinergia con compagni di reparto, tutti le manovre avversarie. Con il passare dei minuti l’Acri cala di intensità e il Corigliano ne approfitta trovando la rete del 2 a 0: Barilari serve ancora Canale che celere interseca il diagonale vincente. Sfumate le aspirazioni dei rossoneri, fatta eccezione per qualche modesto assalto, nel finale c’è gloria anche per il ritrovato Antonaci, acquisito nel mercato di riparazione e tornato in campo dopo i guai fisici dell’ultimo periodo. La punta jonica, alias l’Alvaro Soler del Salento, dopo pochi secondi dal suo ingresso in campo, servito al bacio da Curatelo, di prima intenzione insacca il definitivo 3 a 0 finale. Finalmente un Corigliano al gran completo e valido porta a casa il bottino pieno dimostrando di possedere le giuste soluzioni e caratteristiche per giocarsi tutte le proprie chance per ambire alla salvezza attraverso la “Terra di Mezzo”: ossia la parte di classifica che va dalla sesta all’undicesima posizione. Squadra che riceve gli applausi dai tifosi e sportivi di casa, capitanati dagli “Skizzati- Group”, nel’abbraccio post gara. Adesso si auspica ad una sorta di continuità anche se nel prossimo turno ci sarà da affrontare la Cittanovese che lotta per il primato al pari dell’Isola Capo Rizzuto per il salto di categoria diretto in serie D. Nuova settimana di lavoro consapevoli che l’ antagonista sarà ardua ma dove i coriglianesi saranno chiamati ad elargire tutte le proprie possibilità. Gran soddisfazione anche nel resto dell’entourage tecnico- societario e con la Juniores di mister Aloisi che infilando nell’ultima settimana due vittorie consecutive, contro Olympic e nel recupero di Acri, consolida la seconda posizione nel proprio girone di categoria conservando qualche piccola possibilità per il primato nell’ultima giornata di martedì prossimo contro la Luzzese in trasferta.

Cristian Fiorentino

Power by

Download Free AZ | Free Wordpress Themes