Il punto sul campionato di Terza Categoria

martedì 21st, febbraio 2017 / 11:54 Written by
Il punto sul campionato di Terza Categoria

Si sono disputate nel weekend le gare valevoli per la quattordicesima giornata del campionato di Terza Categoria nei gironi D ed E, la tredicesima nel girone F. Nel girone della zona cosentino/lametina la lotta al primato si restringe a quattro squadre con il PSG che si accoda alle tre solite note. Colosimi avvicina la griglia play off. Nel raggruppamento catanzarese nulla di fatto nello scontro tra le due principali antagoniste, spicca il pokerissimo di Cuturella e Gimigliano e la quaterna della Nuova di Francia. Nel gruppo del vibonese la Stella Marina docet, al Limbadi lo scontro play off. Anche il Capo Vaticano riprende la marcia.

N. I. Colosimi avvicina la zona play off

N. I. Colosimi avvicina la zona play off

Girone D
Successo con il brivido per la capolista Nuova Rogliano che vince, soffrendo, sul campo di un orgogliosissimo Lago calcio. I ragazzi di Maletta, causa le tante assenze, si fanno imbrigliare dalla squadra del Presidente Mazzotta che, non sfigura affatto al cospetto dei più quotati avversari. Il primo tempo, forse fra i peggiori disputati finora dai rossoneri, faceva comunque registrare almeno tre nitide palle gol per i roglianesi, ottimamente sventate dal bravo portiere Spena, il quale riusciva a mantenere inviolata la propria porta fino all’intervallo. Arcuri e Zumpano, nella ripresa, consegnavano la vittoria numero dieci al Rogliano sempre più autentica macchina da guerra che, ricordiamo, ha subito solamente sette reti nei tredici incontri disputati. Il match clou della giornata andava in scena al “Provenzano” di Lamezia dove la Fortitudo di Coclite si riscatta battendo una Nuova Grimaldi in crisi di risultati, che scivola ad undici lunghezze dal primato, dando virtualmente addio ai sogni di gloria. Una bella gara vinta con merito dai padroni di casa con un Pileggi sempre più leader, ed autore di assist pregevoli per le reti dei suoi compagni Bonsignore, Gigliotti e Ruberto. Prosegue anche la marcia del PSG Calabria di mister Fazio che batte il fanalino di coda Pol. Fronti, consolidando la quarta piazza della graduatoria. Folino e Buffone regalano l’ottava vittoria stagionale ai “parrocchiali”, ormai certezza assoluta del girone ed in costante crescita anche sotto il profilo del gioco. Alle porte della griglia play off si affaccia la Nuova Indomita Colosimi di mister Perrone che espugna nettamente il campo dell’Excalibur, superandolo in classifica. Una prestazione maiuscola dei cosentini che mettono in mostra tutto il loro repertorio con un Maletta scatenato ed autentico trascinatore. La sua tripletta, unitamente alle marcature di Rizzuto (secondo gol per lui) ed al primo gol stagionale di Bartolotta, valgono un successo spumeggiante che rilancia le ambizioni dei colosimari. Nella parte destra della classifica, spunta la Virtus Goretti che vince a Soveria con il punteggio di 2-3. Arzente, Papaleo e Brutto mettono in ghiaccio i tre punti, Scalise in difesa si conferma un osso duro da superare. Inutile, per i padroni di casa, la doppietta del solito Aretino che, come spesso accade, merita una menzione particolare per la prestazione fatta e la pregevole doppietta messa a referto. Altra squadra in un buon momento è l’Athletic Club Gizzeria che, trascinata dalla diga di centrocampo Roppa-Crapis, batte il Martirano piazzandosi al decimo posto. Raso, Roppa stesso e D’Ambrosio siglano le reti dei tirrenici che valgono il terzo brindisi stagionale per Arcieri e soci.

Selfie vittoria Nuova di Francia

Selfie vittoria Nuova di Francia

Girone E
Giornata spumeggiante e ricca di reti, quella andata in scena nelle gare del gruppo catanzarese. L’incontro principe della domenica, tra le due capoliste e favorite alla vittoria finale, si conclude con un nulla di fatto. Vena e Cortale si annullano a vicenda rimandando qualsiasi tipo di verdetto e proseguendo a braccetto la corsa verso la Seconda categoria. Fruci e Conte riprendono il Vena del bomber Scerbo che aveva provato a scappare via. Alle spalle del duo di testa, è il Magisano ad occupare la piazza d’onore. La squadra di mister Carmine Franco vince lo scontro diretto con l’Atletico Sellia Marina, che comunque non sfigura affatto, grazie alla rete di Giacomo Franco e si conferma in piena zona play off. Alle sue spalle riemerge la Nuova di Francia che, a Santa Caterina, travolge il Maida per 4-0 riappropiandosi della quarta piazza. Pietrafesa, Squillacioti, Pilato e Colubriale regalano a mister Iorfida il settimo sigillo sugellando una buona prova di tutta la squadra jonica fin qui piacevole sorpresa. Si ferma, invece, a Gimigliano la striscia positiva del Prasar di Iofalo battuto con merito dai biancorossi di Ambrosio che ha risvegliato l’ardore dei suoi nettamente migliorati rispetto ad un girone d’andata opaco. Ospiti in vantaggio con capitan Larosa che calcia da posizione sfavorevole una palla insidiosa che coglie impreparato il portiere Iacopino. Il Gimigliano non demorde e si guadagna un calcio di rigore grazie ad un Le Pera in grande spolvero, dal dischetto trasforma Lubello. I padroni di casa, prima del riposo, trovano anche il vantaggio con Lubello che segna dopo aver raccolto un tiro sporco di Scalzo. L’inizio della ripresa è scoppiettante. Prima gli ospiti pareggiano con Borelli che, lasciato solo in area, mette in rete una corta respinta di Iacopino. Passano appena due minuti e Ciambrone sigla il nuovo vantaggio, azione personale sulla destra di Antonio Gigliotti che smarca l’accorrente Fato, passaggio di prima intenzione per Ciambrone che segna il 3-2. Al decimo ci pensa Le Pera a mandare in visibilio il pubblico con una rete dal limite a giro sul palo lontano, dopo una bella azione personale di A. Gigliotti. A venti dalla fine è Ciambrone a chiudere i giochi servito magistralmente dal compagno Lubello, decisamente il migliore in campo.

Mac3 travolgente

Mac 3 travolgente

Altra gara spettacolare è quella di Cropani, dove il Cuturella infila cinque volte la porta di Bonacci battendo il Serrastretta. Costantinescu, Loccisano, Ieraci e la doppietta di Commisso regalano un successo che vale la quarta vittoria stagionale e l’ottavo posto in classifica. Grano e Niutta i migliori in campo dei gialloblu che sperano in un girone di ritorno foriero di risultati positivi con una piccola speranza, ancora accesa, di un sogno chiamato play off. Un bellissimo pomeriggio di sport, con una meravigliosa cornice di pubblico danno la spinta al Mac 3 per battere la Pol. San Vito, superarla in classifica ed abbandonare l’ultima posizione. Apre le danze Paolo Lucia ’89, poi le doppiette di De Santis e Scalese, pregevole la rete del definitivo 5-2 con i tre giocatori di casa protagonisti di uno schema perfettamente riuscito, pennellata di Lucia per l’accorrente De Santis che mette dentro per Scalese che infila da pochi passi. Esordio anche per il nuovo arrivato Garieri, autore di una buona prova come, del resto, lo è stata per tutta la squadra di mister Fazio. I soliti irriducibili Macrì e Parafati i marcatori di una Pol. San Vito partita bene, ma che si sta affievolendo strada facendo. Siamo sicuri che i giallorossi si rialzeranno dimostrando la grinta e la tempra che gli è sempre stata riconosciuta all’unisono da tutti gli addetti ai lavori. 

Il trio della Stella Marina, Rascaglia - Pirelli - A Scavone

Il trio della Stella Marina, Rascaglia – Pirelli – A Scavone

Girone F
Non fa sconti a nessuno la capolista Stella Marina che, nell’anticipo di sabato, batte anche il Sant’Onofrio infilando l’ottava vittoria ed allungando a cinque i punti di vantaggio sulle tre inseguitrici. La squadra di mister Migale trova prima il vantaggio con il solito Rascaglia, il più lesto a mettere la palla in rete dopo una mischia sugli sviluppi di un calcio d’angolo, poi raddoppia con Alfio Scavone di testa su preciso cross di Maccarone. Ventinove i punti in cascina per la battistrada, unica imbattuta del girone e con sole otto reti incassate da Stilo, un portiere di lusso per la categoria. Alle spalle della leader indiscussa, si compatta un gruppone composto da cinque squadre racchiuse in quattro punti che si giocheranno l’accesso ai play off. Il colpo della giornata lo firma il Limbadi di Cuiuli che espugna Gerocarne appaiandolo a quota ventiquattro punti in classifica. La doppietta di Clemente Desiderato, di gran lunga il migliore dei suoi, e la rete di Larosa consegnano tre punti fondamentali per la rincorsa del Limbadi.

Desiderato, bomber del Limbadi

Desiderato, bomber del Limbadi

Non bastano ai padroni di casa le reti di Macrì e Schiavello per evitare una sconfitta che non ci voleva nella corsa al primato. A pari punti arriva anche il Capo Vaticano in ripresa dopo le ultime prestazioni deficitarie in termini di risultati. Recuperato qualche giocatore importante, la squadra di Schiariti travolge il fanalino Joppolese con gol di Pugliese, F. Giuliano, Loiacono, Mazzitelli e Miceli. I neroverdi sono sicuramente una delle squadre che potrà dire la sua fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata di campionato. Chi fallisce la possibilità di agguantare la seconda piazza è la Nuova Calimera fermata, tra le mura amiche, da una Fulgor Zungri tosta, ma incapace di piazzare il colpo decisivo per dare una svolta alla propria stagione. La squadra di casa, allenata da mister Romano, viene imbrigliata non riuscendo a sfondare il muro di Mamone e soci e deve accontentarsi momentaneamente della quinta piazza della graduatoria. Si avvicina pericolosamente alla zona che conta anche il Filandari che batte 3-1 il Paravati rilanciando le proprie ambizioni. Guerrera, il gran gol di Artusa e Chiarello mettono a referto le reti che valgono il sesto successo, utile per toccare quota ventuno punti. Staccate in classifica le ultime quattro con Zungri a quota quindici, Sant’Onofrio a quattordici, Paravati a sei e Joppolese a zero. Attenzione, però, perché proprio queste quattro squadre potrebbero rivelarsi l’ago della bilancia per chi invece ha altre ambizioni, decisivo non sottovalutarle.