Comunicato Atletico Maida

giovedì 02nd, marzo 2017 / 11:04 Written by
Comunicato Atletico Maida

Cari tifosi, sostenitori e amici per l’ennesima volta paghiamo la presunzione e l’assurdità del potere concesso ad arbitri,che sentendosi al sicuro e senza alcuna pressione da parte della nostra società, si permettono di scrivere invenzioni sul conto di voi tifosi, il risultato è la multa di 400 euro subita scandalosamente per la partita contro il Belvedere, partita segnata solo dagli orrori arbitrali subiti e per ultimo dall’espulsione del nostro giocatore Arcuri, esempio di correttezza ed educazione espulso ingiustamente dopo il gol del 3 a 3 per invenzione del primo assistente su frasi mai rivolte nei suoi confronti.
Arbitrare la nostra squadra per le terne è motivo di tranquillità, soprattutto nelle partite in casa perché nessun dirigente porta pressioni e mai si è verificato nel rettangolo di gioco alcuna aggressione ne fisica ne verbale, tutto nella normalità, evidentemente per giustificare un arbitraggio scandaloso e vergognoso nei nostri confronti ci si nasconde dietro questi referti falsi ed inventati. Le persone presenti hanno assistito allo scempio e alla presunzione della terna che sembrava prevenuta nei nostri confronti e nonostante gli errori o meglio gli orrori subiti a fine partita nessuno dei nostri tesserati si è permesso di rivolgere alcuna frase o qualche contestazione alla terna soprattutto per il fair play dimostrato in campo dai 22 protagonisti.
Non ci piace commentare gli errori arbitrali e i torti subiti in questa stagione ma ci preme sottolineare che al danno ci si aggiunge la beffa delle sanzioni , ricordiamo però la squalifica con tanto di scambio di persona di Tarzia contro l’Acri che nonostante il filmato dimostrasse l’errore dell’arbitro ha scontato la squalifica ingiustamente. I fatti dicono anche che in questa stagione su 23 partite di campionato e 4 di coppa subiamo 8 rigori contro al cospetto di 1 solo a favore e ben 5 gol annullati quasi sempre decisivi (i più clamorosi il gol vittoria contro la Promosport al 92esimo il pareggio a Cotronei a 5 minuti dalla fine) questi dati sono solo a scopo statistico.
Subiamo l’ennesima multa perché allo stadio le persone che vengono a vedere la partita per questi signori non possono neanche contestare. Come se fosse obbligato accettare le decisioni arbitrali. Ovviamente i tifosi maidesi non hanno mai superato il limite nel contestare le decisioni arbitrali limitandosi a fischi o a qualche parola che si usa in tutti i campi di calcio italiani . La società invita i tifosi nelle occasioni delle prossime partite a continuare ad essere corretti sicuri che questa ennesima multa non sia assolutamente meritata, ovviamente vi invitiamo ad essere come sempre civili e ospitali con tutti”.

La Dirigenza dell’Atletico Maida.