Il punto sul campionato di Seconda Categoria

martedì 07th, marzo 2017 / 16:12 Written by
Il punto sul campionato di Seconda Categoria

Si sono giocate nel weekend le gare valevoli per la diciassettesima giornata del campionato di Seconda Categoria.

GS Marcellinara che vince a Pallagorio

GS Marcellinara che vince a Pallagorio

Girone C
Dopo la netta sconfitta nello scontro diretto con il Belvedere Spinello nel recupero della scorsa settimana, le Stelle Azzurre vengono fermate sul pari ad occhiali da un Verzino tosto e vedono ridursi ad un solo punto il vantaggio dalla diretta inseguitrice. I gialloverdi di Procopio hanno quindi riaperto il campionato nel giro di una settimana, fondamentale la vittoria sul campo di un Due Mari Tiriolo risorto dalla ceneri. Lo 0-3 viene firmato dai soliti ormai noti Cordua, Oliverio e Regalino che consegnano nuovi spunti ad un girone che pareva ormai chiuso a qualsiasi altro tipo di pronostico. Altra compagine nuovamente protagonista è il Cotronei di mister Ceraudo che la scorsa settimana ha centrato i tre punti nel recupero contro il Marcellinara ed in questo turno ha regolato il fanalino di coda Zagarise per 4-2 con gol di Crugliano, Oliverio, Vaccaro e Chiodo rendendo vane le segnature di Manfreda e Morrone. A 30 punti, uno solo in meno della coppia Cotronei – Verzino, si conferma il Cerva di Strignile che deve rimandare l’appuntamento con la vittoria, poichè fermato al “Filippis” da una Crucolese che intravede la salvezza, nonostante i tre punti di penalità. Al gol crotonese di Manno, risponde Colosimo per un pareggio che cementa le posizioni di entrambe le squadre. Prezioso successo esterno in chiave play off per la Kennedy di mister Folino che espugna Albi grazie alla doppietta del bomber Silvano riducendo ad una sola lunghezza il divario dall’ultima posizione utile per disputare gli spareggi promozione. Di contro la Pol. Albi, a cui non è bastata la marcatura di Belpanno, rimane in terzultima posizione e da qui in avanti dovrà cercare di conquistare più punti possibili per meglio piazzarsi in vista di un ormai probabile play out. Altra vittoria pesante è stata quella del Marcellinara che, vincendo a Pallagorio, si è messa quasi al riparo da un’eventuale coda pericolosa, tirando un grosso sospiro di sollievo in vista del finale di stagione. Discorso inverso, invece, per lo stesso Pallagorio, a segno nella ripresa con Ruggiero, ma che quasi certamente dovrà passare attraverso gli spareggi salvezza per mantenere la categoria. Come detto, chiudono la classifica Due Mari Tiriolo e Zagarise a quota due punti.

Euro Girifalco pre gara

Euro Girifalco pre gara

Girone D
E’ un Pianopoli ormai lanciato verso la promozione quello che batte l’Amaroni tenendo sei lunghezze di vantaggio dall’immediata inseguitrice quando mancano cinque giornate alla conclusione. Un 2-0 firmato dal capocannoniere del girone Mazziotti e da Carnovale, tornato dopo una breve parentesi nel calcio a 5. Alle spalle della capolista, non molla l’EuroGirifalco di Giampà che rifila un poker alla Bussolavis nel derby cittadino, sciorinando anche giocate di categoria superiore vista l’impronta data dal proprio tecnico. Mattatore Quirino con una doppietta, unitamente ad Abubacar e Vonella che stendono i cugini, in rete con Marinaro, ma ormai quasi certi di dover passare per la coda dei play out per mantenere la categoria. Stesso risultato anche per il Real Mortilla che vince a Vallefiorita con doppietta di Sesto e gol di A. Molinaro e M. Molinaro, tre punti che gli permettono di confermare la terza posizione allungando a cinque i punti di vantaggio sul San Pietro Apostolo. Nuova Valle a segno con Merenda che si tiene ancorata al campionato senza, però, aver più nulla da dire visto il meno uno in classifica. Come detto il San Pietro Apostolo viene fermato, tra le mura amiche, dal Campora e per bocca del DS Mazza esprime tutta la sua frustrazione per un’arbitraggio definito a senso unico. In casa tirrenica, ottimo punto conquistato su un campo sempre ostico che permette di guardare con rinnovato ottimismo al rush finale ma che, nonostante il quinto posto, non servirà quasi certamente per giocarsi i play off. A pari punti resta a braccetto anche l’Isca che torna da Belmonte con un buon pareggio grazie ai gol di Bubacar e Mirarchi; ai padroni di casa non bastano le marcature messe a referto da Gagliardi e Mariano perché la situazione resta complicata con soli tredici punti in cascina. Fondamentale affermazione casalinga del Caraffa che batte il Parenti e lo affianca a quota venti in quintultima posizione. Per gli uomini di Curcio i gol di Cacia, M. Mauro, Sulla e A. Mauro; cosentini che, invece, fanno valere le proprie ragioni attraverso un comunicato dove lamentano un trattamento che non ha nulla a che fare con una partita di calcio. Queste due squadre, comunque, si giocheranno la salvezza diretta nelle cinque gare rimaste, ma anche chi li precede deve stare attento a non essere risucchiato nella zona rossa, vedi Amaroni, Isca e Campora.

Saluto iniziale tra Koa Bosco e Antonimina

Saluto iniziale tra Koa Bosco e Antonimina

Girone E
Tutto invariato nella lotta al vertice con le squadre di testa che vincono proseguendo indisturbate la propria marcia. La capolista Rosarno sfrutta al massimo le due gare esterne vincendo prima il recupero della scorsa settimana sul campo dell’Allarese e, poi, espugnando anche Pizzo in rimonta con reti di Galati (doppietta) e Gioffrè. Ai padroni di casa non sono bastate le marcature di Anello e Asturi che certificano il momento no dei pizzitani, partiti con ambizioni da primato e che si ritrovano con ventuno punti in quintultima piazza. Svolge pienamente il proprio dovere anche il Tropea di mister Barbieri che rimane in scia ad una sola lunghezza, dopo aver battuto allo “Stadio del Sole” l’Acconia Spartans con le doppiette di Ciardulli, tornato decisivo come ai vecchi tempi, e Calabria. Ospiti in difficoltà che restano al quartultimo posto con quindici punti e che, probabilmente, si giocheranno le possibilità di salvezza solamente dopo i play out. Discorso simile può essere fatto per la gara tra Parghelia e Allarese; i padroni di casa centrano i tre punti grazie ai gol di Currà, Ferro, Jeng e del nuovo arrivo A. Filardo e mantengono la terza posizione, mentre gli ospiti rimangono in terzultima piazza e devono necessariamente fare più punti possibili da qui alla fine per migliorare la posizione nella griglia play out. Exploit esterno di vitale importanza è quello dell’Antonimina che vince di misura a San Ferdinando con gol di Carabetta rimanendo in piena corsa per i play off, così come il Saint Michel che segue a ruota e che, nell’anticipo di sabato, aveva battuto la Vazzanese ultima della classe, per effetto delle reti di Russo ed Afolabi. Una settimana convulsa in casa Jacurso che, dopo essere stata rimontata nel recupero da una Koa Bosco ridotta in nove uomini, ha deciso di sollevare mister Cerasia dall’incarico con alcuni calciatori che hanno lasciato seguendo l’ex allenatore, affidando, poi, la guida tecnica a capitan Trovato. Come esordio per il “nuovo” mister non poteva esserci gara più difficile che un derby contro una Libertas Curinga affamata di punti salvezza. Ne è venuto fuori un 4-3 pirotecnico per i giallorossi  in rete due volte con Gugliotta, con Simone Trovato e con Russo; non sono bastati ai biancorossi i gol dello stesso C. Trovato e dei nuovi De Sando e Gatto.