Il punto sul campionato di Terza Categoria

martedì 14th, marzo 2017 / 12:05 Written by
Il punto sul campionato di Terza Categoria

Si sono disputate nel weekend le gare della diciassettesima giornata nel girone D, la sedicesima nel girone E e la quindicesima nel girone F del campionato di Terza Categoria.

Ingresso in campo tra N. I. Colosimi e A.C. Gizzeria

Ingresso in campo tra N. I. Colosimi e A.C. Gizzeria

Girone D
Nessun sussulto di rilievo in classifica dopo l’ultimo turno disputato nel weekend. Prosegue la corsa delle tre battistrada che, sfruttando il turno di riposo della Nuova Grimaldi, allungano in classifica mettendo un solco importante in vista dello sprint finale di un girone che, comunque, terminerà a Maggio. Nell’anticipo di sabato, la capolista Fortitudo Lamezia vince il derby sul campo della Virtus Goretti grazie a due calci di rigore trasformati da Cullice e dal solito Pileggi. Dodicesimo sigillo per la squadra di mister Coclite che può vantare anche il miglior attacco con cinquanta reti messe a referto. Ad un punto di distacco si conferma la Polisportiva Lamezia, vittoriosa nell’altro derby con i cugini del PSG Calabria. Bella atmosfera prima della gara con alcune mini partite dei bimbi della scuola calcio, poi una doppietta di Paletta rende vano il gol di Montesanti ed i padroni di casa possono festeggiare. Riprende la marcia la Nuova Rogliano che, dopo la battuta d’arresto dello scorso turno, vince a Martirano rimanendo in scia alle due che la precedono. Quattro marcatori diversi per i rossoneri di Maletta in rete con Romano (che ritrova il feeling con il gol dopo il rigore sciupato al 90′ con il Grimaldi), Garrubba, Bernaudo e Cozza. Padroni di casa autori di una buona prova e per nulla dimessi al cospetto di una big, le reti sono state messe a segno da R. Gallo e D. Gallo. La Nuova Indomita Colosimi vince di misura lo scontro con l’Ath. Club Gizzeria, reduce da quattro successi consecutivi, riaprendo la propria corsa ai play off. Dopo una prima frazione chiusa sul pari ad occhiali, nella ripresa Rizzuto pennella un cross perfetto per l’accorrente Bartolotta che gonfia la rete regalando il successo ai suoi nel giorno del suo compleanno. Straripante vittoria dell’Excalibur Fronti che rifila ben sette gol al Real Soveria con un Ivan Donato debordante, quest’oggi schierato a centrocampo. La sua doppietta e quella di Scarpino spianano la strada, Muraca, Grandinetti e Gigliotti gli altri marcatori. Del solito ed encomiabile Aretino la rete dei soveritani. Infine, va al Lago lo scontro tra le ultime due della graduatoria. I ragazzi del presidente/giocatore Mazzotta vincono sul campo della Pol. Fronti con una sua rete che apre le danze, seguita poi da A. Cherubini, Sorrenti, Ombres e G. Cherubini. Terza vittoria per gli amaranto che appaiano in classifica il Soveria, portandosi a due sole lunghezze dal Martirano Lombardo.

Striscione della squadra del Gimigliano in ricordo che compianto ex presidente

Striscione del Gimigliano in ricordo del compianto ex presidente

Girone E
Giornata importante quella vissuta nel gruppo catazarese, il Vena batte il Cuturella e trova la testa solitaria della classifica visto il pari del Cortale a Santa Caterina. I giallorossi di mister Montesanti riescono ad avere la meglio del Cuturella, sempre in partita e nel vivo del gioco, grazie ai gol del solito Scerbo e di un ritrovato Squillace. Dodicesimo centro per la capolista e miglior difesa con sole dodici reti subite da capitan Gangale. Il quindicesimo risultato utile consecutivo lascia l’amaro in bocca al Cortale che si deve accontentare del pari sul campo della forte Nuova di Francia. A dire la verità, è un buon punto per gli ospiti, considerando il fatto che il gol locale di Pietrafesa, aiutato da un errore del portiere ospite, è stato poi pareggiato dal bomber Antonio Serratore nei minuti finali, così come nella gara di andata. Poche squadre possono permettersi di uscire indenni dal “Marchese di Francia”, ed il Cortale ci è riuscito. La squadra di casa, ottimamente messa in campo da mister Iorfida, prosegue la sua corsa confermandosi in terza piazza, attenzione, però, ai punti di distacco dai rivali odierni, perchè attualmente sono nove ma se dovessero aumentare, non si giocherebbero i play off. Dopo la bagarre di Maida, torna al successo il Magisano che batte il Serrastretta con reti di Pupo, Aiello e Franco e si riappropria della quarta piazza. Al fine di disputare gli spareggi post season, decisivo in negativo potrebbe rivelarsi il punto di penalità inflitto dal giudice sportivo. Delusa da questo turno e probabilmente estromessa dai giochi è l’Atletico Sellia Marina che cade a Gimigliano, sotto i colpi di una squadra ferita nell’animo per la scomparsa dello storico presidente Trapasso. I biancorossi di Ambrosio volevano fortemente la vittoria e l’hanno ottenuta, rifilando una conquina agli jonici. Le Pera, un’autorete, Gigliotti, Lubello e Ciambrone a segno per i locali; di Lamanna e Garcea le marcature ospiti. In una gara avvicente e pirotecnica, centra i tre punti il Prasar di mister Iofalo che batte la Pol. San Vito dopo essere stata sotto due volte riuscendo poi a rimontare. Sotto per 0-1 e 1-2, la squadra di casa è riuscita a ristabilire la parità, per poi andare sul 4-2, prima di chiudere 4-3. Andrea Iofalo, Aloi, De Palma e capitan Larosa i marcatori dei biancoblu; i volti noti Macrì (doppietta) e Massimo Papasodaro a segno per la squadra in trasferta. Davanti ad una nutrita tifoseria, il Mac 3 di mister Fazio ritrova la vittoria e lascia l’ultimo posto della classifica compiendo un bel balzo in avanti. Scalese, Bassi e Morelli regolano il Maida, in rete con Gullo, dando valore e ed il giusto spirito al lavoro del tecnico subentrato in corsa che ha rivitalizzato giocatori ed ambiente. Unica nota stonata è l’attuale peggior difesa del girone, domenica l’attesissimo derby con il Serrastretta ultimo in classifica.

Selfie vittoria N. Calimera

Selfie vittoria N. Calimera

Girone F
Sicuramente quello vibonese è il girone più avvincente nonostante le squadre partecipanti siano di meno rispetto agli altri gruppi. Una Stella Marina in calo, alla seconda sconfitta di fila, lascia disco verde al Capo Vaticano che si riappropria della vetta con un punto di vantaggio. I neroverdi di mister Schiariti, nell’anticipo, battono il Paravati e volano al comando. Loiacono, Di Bella e Ripepi consegnano ai tirrenici un successo importante in vista del rush finale da giocare come favoriti, ma con la pressione di chi non può permettersi passi falsi. Il Paravati, in rete con Calabrese, trova, invece, la sua undicesima sconfitta stagionale che lo tiene ancorato al penultimo posto con sei punti. Come anticipato, la Stella Marina perde anche a Filandari, battuta dalla rete di Soriano che regala ai padroni di casa una piccola speranza di poter rientrare nella corsa play off. La squadra del presidente Artusa ci crede e tenterà fino alla fine di insediare chi la precede, giocandosi il tutto per tutto nelle gare che mancano da qui al termine. La Nuova Calimera di mister Romano vince il big match della giornata battendo meritatamente la Pol. Limbadi e balza in seconda piazza, affiancando i nicoteresi. Al vantaggio limbadese di Orlando Moisè, replicano Pugliese, Barbieri e Taccone, che si regalano una grande igniezione di fiducia nonché un ultimo periodo da vivere al massimo delle proprie potenzialità. Altra sorpresa della giornata è stata la sconfitta casalinga del Gerocarne che, dopo aver inflitto il primo stop alla Stella Marina nello scorso turno, lascia strada al Sant’Onofrio che vince 2-3 testimoniando la bellezza di questo raggruppamento. Lo avevamo detto, le squadre considerate di seconda fascia, avrebbero potuto paradossalmente decidere il campionato e puntualmente ciò si sta verificando. Non bastano alla squadra di mister Schiavello le reti di Macrì e Papillo che avevano momentaneamente ribaltato il vantaggio ospite ad opera del quindicenne Ciancio, ragazzo di cui si dice un gran bene ed al secondo gol in stagione. Nella ripresa Petrolo e Naccari ribaltano la contesa piazzando il blitz, ma anche l’inaspettata sconfitta della squadra di casa. Torna al successo anche la Fulgor Zungri di mister Cichello che espugna il campo del fanalino Joppolese grazie alla doppietta di D. Pugliese ed al gol di Raffa. Ai locali, non è servita la rete di Daniele per smuovere finalmente una classifica che pare pesare sulla testa dei ragazzi. Joppolese che, attraverso le parole del proprio DS, ci tiene a puntualizzare un aspetto importante: “L’A.C.D. Joppolese è una piccola società nata soprattutto per far divertire i giovani del nostro piccolo centro marittimo. Abbiamo sempre portato rispetto verso società ospitate e soprattutto verso i direttori di gara, premetto che siamo contro ogni singola cosa effettuata contro un direttore di gara. Ma dopo oggi, che è l’ennesima volta che accade, siamo stanchi di quello che viene deciso contro di noi ogni domenica. Si, è vero che siamo la squadra ultima in classifica, ma ciò non vuol dire che siamo da condannare ogni domenica con incompetenti del mestiere soltanto perché dicono: “A Joppolo mandiamo lui perché tanto la Joppolese è ultima e perde in ogni caso”. Adesso basta!”.