ACD Joppolese, qui il vero valore del calcio!

sabato 18th, marzo 2017 / 18:58 Written by
ACD Joppolese, qui il vero valore del calcio!
Fabio Zappia - Presidente

Fabio Zappia – Presidente

Francesco Luca Mangialardo - Direttore Sportivo

Francesco Luca Mangialardo – Direttore Sportivo

Ci si rende conto, sempre più spesso, che si stava davvero meglio quando si stava peggio; che l’agognato cambiamento, la metamorfosi, specie della società e nella società, a volte, è un veleno. Chi ama questo sport, anche per ricordi d’infanzia, ne conosce le emozioni… la goccia di sudore che solca il viso, l’odore dell’erba e il sorriso spensierato a correre dietro una palla. Questo era il calcio puro. Oggi quell’immagine appare appannata; sembrerebbe che quel male mira a colpire le ultime cellule sane. Un veleno che, come nel caso di specie, può dare un significato diverso anche al sano divertimento e allo spirito inclusivo; valori per cui è nata l’ACD Joppolese. Negli ultimi anni l’Associazione, in un crescendo, ha preso parte a tornei per i più piccoli e a campionati dilettanti per i più grandi. Lo scorso anno ha vinto il premio disciplina e, in vero, anche in questa stagione era solitaria in testa – e di questo chiedo scusa -. Vanta oltre 50 tra collaboratori, dirigenti e tesserati il tutto senza avere ancora un proprio campo. Ad oggi, dunque, possiede solo la voglia e la riconosciuta educazione e disciplina. Riconosciuta a tal punto che molti “avversari” si presentano alle gare con dolci e tante realtà calcistiche offrono il loro campo per farci giocare. Ciò detto e doverosamente premesso a seguito della partita di domenica è avvenuto qualcosa che ha dell’assurdo o del veleno e che costa 14 punti di penalizzazione nel premio disciplina, la partita persa per 3 a 0, la squalifica per il dirigente accompagnatore F.sco Mangialardo fino a metà aprile e la squalifica di un calciatore. Tutto ciò perché agli uffici preposti sembrerebbe non risultasse il tesseramento di un calciatore utilizzato nella gara. Orbene l’ACD Joppolese, come sempre, ha fatto il relativo tesseramento online, al giocatore è stata data dal sistema la sua matricola ed il tutto è stato poi spedito cartaceamente addirittura per raccomandata e, pignoleria vuole, che l’Associazione ha copia di tutto. Purtroppo per le vie brevi le nostre rimostranze non sono state considerate ed allora si è reso necessario inoltrare un primo ricorso al Presidente Regionale della Lega Nazionale Dilettanti. La norma è stata rispettata e noi, per nostra natura, non possiamo che difendere, anche in secondo grado di giudizio, la nostra onestà e i nostri associati. Siamo coscienti che gli atti in nostro possesso sono sufficienti e chiarificatori e che il nostro operato è stato trasparente ma siamo altresì coscienti che qualcuno ebbe a dire… a pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca.

Ufficio stampa ACD Joppolese