Il punto sul campionato di Terza Categoria

martedì 28th, marzo 2017 / 10:27 Written by
Il punto sul campionato di Terza Categoria

Si sono disputate nel weekend le gare della diciannovesima giornata nel girone D, la diciottesima nel girone E e la diciassettesima nel girone F del campionato di Terza Categoria.

Lago ferma la rincorsa del Colosimi

Lago ferma la rincorsa del Colosimi

Girone D
Il turno numero 19 potrebbe essere stato fatale alla Fortitudo Lamezia sconfitta, di misura, nel derby con la Polisportiva che vola a più cinque dalla squadra di Coclite che dovrà anche osservare il proprio turno di riposo. Resta in scia la Nuova Rogliano che vince in modo convincente al “Provenzano”, non concedendo nulla ad una Virtus Goretti ben disposta in campo e che non ha affatto demeritato. I ragazzi di mister Maletta, secondi ad un punto dalla vetta, centrano la tredicesima vittoria mantenendo anche due statistiche positive da non sottovalutare, miglior attacco (53 reti) e miglior difesa (10 reti). Anche la Nuova Grimaldi prosegue la sua striscia positiva vincendo sul campo del fanalino di coda Pol. Fronti grazie ad uno scatenato Marrello che ha trascinato i biancorossi al successo. Un 5-1 che consente alla squadra del presidente Russo di mantenere la quarta posizione riducendo il divario da chi gli sta davanti ed aumentando quello da chi segue. Proprio chi sta dietro, ossia la Nuova Indomita Colosimi, viene fermata sul pari casalingo da un Lago che ha venduto cara la pelle. L’1-1 finale è il giusto epilogo per una gara equa dove le due squadre non sono riuscite a prevalere l’una, sull’altra. Colosimi quinto che dovrà fare qualche sforzo in più per ridurre a meno di dieci il distacco dal Rogliano, se vorrà provare a disputare i play off. Costa caro al PSG Calabria il pari di Soveria Mannelli, infatti, la società ha deciso di sollevare dall’incarico mister Fazio ringraziandolo per il lavoro fin qui svolto. Lametini, a cui non è bastata la doppietta di Buffone, che restano al sesto posto, mentre il Soveria conquista un buon punto, il dodicesimo della sua stagione. Infine, sospesa al 32′ del primo tempo la sfida tra Excalibur Fronti e Athletic Club Gizzeria. Gli animi un pò surriscaldati da un gesto d’ira, hanno indotto il direttore di gara a fischiare la fine ma, da quel che ci risulta, le due società hanno già chiarito l’episodio rinnovandosi la stima reciproca. La palla passa, ora, al giudice sportivo.

Ingresso in campo Mac3-Cortale

Ingresso in campo Mac3-Cortale

Girone E
E’ aggancio, il Cortale espugna Migliuso ed agganca il Vena rimontato nel finale da un’arcigna e mai doma Nuova di Francia. Come anticipato, il Cortale di Vitaliano vince sul campo di una Mac 3 viva e rivitalizzata nel morale grazie alle reti del solito Antonio Serratore, arrivato a quota 15 in classifica marcatori. Tre punti sofferti, ma fondamentali nel prosieguo della stagione visto il concomitante mezzo passo falso del Vena. I giallorossi di mister Montesanti vanno avanti con Grande ma, nel finale, vengono ripresi dall’eurogol di Santoro. Le due battistrada sono ora appaiate in testa a quota 43 punti, a quattro gare dal termine. Il Magisano, con l’aiuto dell’ex calciatore professionista Falbo Guzzetti, batte il Cuturella e si riappropria della terza piazza rimanendo, però, a meno quattro dal sogno play off. Non bastano agli ospiti le due reti del solito Costantinescu, giunto a quota undici da quando è arrivato ed autore di una grande stagione. Con grande sofferenza, e dopo una gara lunga più dei 90 regolamentari, l’Atletico Sellia Marina vince a San Vito grazie ad un calcio di rigore molto contestato, poi trasformato da Budace. Nell’occasione, gara sospesa per circa venti minuti, poi ripresa e conclusa nel tardo pomeriggio. Sfortunata la Polisportiva San Vito che fa sempre la propria prestazione, raccogliendo evidentemente meno di quando ha seminato. Altra netta affermazione del Prasar che, a dispetto delle previsioni iniziali, sta disputando una buona stagione agli ordini di mister D. Iofalo.

Gimigliano-Serrastretta

Gimigliano-Serrastretta

Il 4-0 inflitto al Maida, al contrario delusione del girone poiché aveva i galloni di una delle favorite, è la testimonianza che il lavoro e la programmazione pagano sempre. Capitan Larosa leader di un gruppo che, con la continuità giusta anche in trasferta, avrebbe sicuramente potuto dare fastidio nei piani alti. Sorride anche il Gimigliano che, nel giorno della festa biancorossa, travolge il Serrastretta e ritrova alcuni uomini assenti per infortuni vari nel recente passato. E’ d’obbligo spendere due parole per mister Ambrosio che ha preso in mano un gruppo in difficoltà e l’ha trasformato completamente, rendendo positive le statistiche che erano negative. Azzardiamo nel dire che, con la stessa guida tecnica da inizio stagione, il Gimigliano avrebbe sicuramente più degli attuali 23 punti ed una posizione certamente migliore.

N. Calimera-Gerocarne

N. Calimera-Gerocarne

Girone F
Il Capo Vaticano non fallisce l’appuntamento con i tre punti nel big match della giornata e torna in testa, ad una giornata dalla fine del campionato. Neroverdi di Schiariti che, grazie alla doppietta del cannoniere Loiacono (19 centri), battono l’ex capolista Stella Marina e la sorpassano nuovamente andando a più due. Ultimo turno di fuoco con Surace e compagni che vincendo a Gerocarne, potranno brindare al salto di categoria. Stella Marina che si è complicata la vita nel finale di stagione, maturando tre sconfitte in quattro gare e rimandando il verdetto all’ultimo turno quando affronterà, in casa, il fanalino di coda Joppolese a quota zero punti dopo diciassette incontri. Matematicamente anche la Nuova Calimera è in corsa per la vittoria finale, merito anche della vittoria in rimonta sul Gerocarne, che vale l’aggancio alla squadra di Nicotera Marina. Per uno strano intreccio di numeri, potrebbe anche profilarsi l’arrivo di due o tre squadre a pari punti, ed allora si stilerebbe la classifica avulsa con le due migliori che giocherebbero lo spareggio promozione mercoledì 5 Aprile. In zona play off il Limbadi batte una Joppolese a lungo in partita e piegata nell’ultima parte di gara e balza al quarto posto, superando di una lunghezza il Gerocarne.

Joppolese-Limbadi

Joppolese-Limbadi

La squadra di mister Schiavello, nonostante la sconfitta, può comunque festeggiare la conquista matematica dei play off. Termina, virtualmente, il campionato del Filandari che pareggia a Sant’Onofrio e dice addio alla piccola speranza di aggancio alla quinta piazza. Sant’Onofrio autentica bestia nera di tante squadre, tra cui la capolista, i gialli di Naccari potevano ambire sicuramente ad un piazzamento d’onore suffragati anche dalla grande stagione di alcuni protagonisti come Fortuna (16 reti) e capitan Augurusa su tutti. Infine, ha chiuso il programma della giornata la sfida di Zungri dove la squadra di casa, senza obiettivi da raggiungere, ha ceduto al Paravati che è venuto fuori in questo finale di stagione toccando quota dodici punti. Non è bastata alla Fulgor la vena realizzativa di Licastro, a segno con una doppietta.