Il punto sul campionato di Seconda Categoria

mercoledì 29th, marzo 2017 / 10:49 Written by
Il punto sul campionato di Seconda Categoria

Si sono giocate nel weekend le gare valevoli per la ventesima giornata del campionato di Seconda Categoria. Stelle Azzurre e Rosarno, ultimo passo per la gloria. A Pianopoli è festa, adesso c’è anche la matematica.

Cerva e Cotronei insieme

Cerva e Cotronei insieme

Girone C
Un solo punto è quello che divide le Stelle Azzurre dal ritorno in Prima Categoria, ai silani basterà ottenerlo in una delle due gare che mancano da qui alla fine per poter festeggiare la meritata vittoria del campionato. La squadra di mister Marra batte anche la Polisportiva Albi al “Valentino Mazzola” ed allunga in classifica di due punti ulteriori, grazie alla concomitante sconfitta del Belvedere Spinello che cade a Crucoli. Fatali ai gialloverdi i due turni esterni consecutivi che hanno fruttato un solo punto, a dispetto del bottino pieno ottenuto dalla capolista. Crucolese che, invece, torna al successo avvicinando la salvezza diretta trascinata dall’inossidabile Carmine Amantea. Festeggiano la matematica conquista dei play off Verzino e Kennedy. I crotonesi travolgono il giovanissimo Tiriolo, presentatosi con soli undici uomini, ma in grado di tenere testa al più quotato avversario per quasi un tempo; i catanzaresi infilano il quindicesimo risultato utile consecutivo strapazzando il Pallagorio, grazie ad uno scatenato Fabio Marino autore di un tris. Al termine di una bella giornata di sport e amicizia, con annesso terzo tempo, il Cerva batte il Cotronei e lo supera in classifica prendendosi un importante seppur minimo vantaggio, in vista della volata per l’ultimo posto utile nella griglia play off. A Zagarise, invece, è 2-2 tra la squadra locale ed il Marcellinara, ma il punto serve solo agli ospiti che si salvano con due giornate d’anticipo. Padroni di casa che mantengono i quattro punti di vantaggio sul Due Mari Tiriolo, al momento sarebbero, però, in finale play out.

Festa Pianopoli

Festa Pianopoli

Girone D
Il Pianopoli vola in Prima Categoria, adesso c’è anche la matematica. I rossoblu di mister Scerbo impattano sul campo del Campora, non ancora salvo, e possono ufficialmente brindare al salto di categoria, già ipotecato nello scorso turno quando sconfissero l’EuroGirifalco, principale antagonista. Proprio la squadra di Giampà batte l’Amaroni, di misura, nel derby e si porta a più nove dal terzo posto mettendo in apprensione Mortilla e San Pietro Apostolo, uniche in grado di poter disputare i play off. I tirrenici cadono sul campo amico al cospetto dell’Isca affamato di punti salvezza; San Pietro battuto nettamente da un Caraffa che ipoteca la permanenza. Nella zona calda, il Parenti si aggiudica il delicato scontro salvezza rimontando la Pol. Belmonte e centrando tre punti che gli permettono di toccare quota 24, avvicinando l’Amaroni nel frattempo agganciato dall’Isca. Altri tre punti fondamentali li conquista la Bussolavis che, come da previsione, vince sul campo dell’ormai retrocessa Nuova Valle e consolida la terzultima piazza, verosimilmente quella che occuperà anche al termine della stagione regolare. Lotta salvezza incredibile con sette squadre a battagliare negli ultimi due turni. Caraffa e Campora avvantaggiate, a cui mancano rispettivamente uno e due punti per mantenere la categoria; le altre dovranno sudarsi la permanenza sul campo con Belmonte e Bussolavis attualmente in evidente ritardo. Tirrenici che, terminando con questo divario, andrebbero direttamente in finale play out, girifalcesi che giocherebbero la semifinale sul campo avverso avendo poi, però, il vantaggio di un’eventuale finale sul proprio terreno di gioco.

Selfie Rosarno

Selfie Rosarno

Girone E
Il turno numero 20 avvicina il Rosarno alla vittoria del girone, la squadra del duo Scattarreggia – Collia supera anche l’ostacolo Parghelia e avvicina in modo deciso la promozione. I medmei hanno dimostrato, a dispetto dei pronostici, di meritare ampiamente il salto avendo battuto sul campo le principali rivali che si sono proposte, anche in considerazione del fatto che hanno subito una sola battuta d’arresto che, nell’arco di un campionato, è veramente poca cosa. Il Tropea di mister Barbieri, però, ci crede ancora come giusto che sia e prosegue la rincorsa vincendo a Pizzo grazie ai due centri del bomber Ciardulli. Verosimilmente i tirrenici proveranno ad aumentare il divario, quantomeno dalla quinta in classifica, per poter giocare direttamente la finale play off in casa, cercando comunque di contenere l’assalto finale del Parghelia che segue a sole due lunghezze. S. Monteleone trascina la sua Antonimina che batte l’Allarese e mantiene la quarta piazza avvicinando, a soli tre punti, i neroverdi di Addolorato sconfitti sul campo della capolista. Chi ferma parzialmente la propria corsa è il Saint Michel, costretto al pari sul campo dell’Acconia Spartans impelagata nella zona rossa della graduatoria. Padroni di casa che cullano il sogno vittoria grazie alla rete di Fortuna, ci pensa Russo a risbabilire la parità. La Koa Bosco segna nove reti alla Libertas Curinga alimentando una piccola fiammella play off, la squadra della piana infierisce su un avversario ultimo in classifica che si giocherà il tutto per tutto nelle gare restanti per non retrocedere direttamente. Prima vittoria da allenatore per Cristian Trovato e l’As Jacurso batte il fanalino di coda Vazzanese, centrando la matematica salvezza con due turni d’anticipo. A secco il bomber Perri, ci pensano Condoleo e Panzarella a “regalare” la permanenza ai biancorossi. Nel prossimo turno delicatissime sfide Curinga-Napitia e Vazzanese-Acconia, all’ultima giornata da non sottovalutare la gara Acconia-Allarese vietato ai deboli di cuore.