Rebus salvezza tra Cutro e Corigliano. Alta posta in palio

domenica 23rd, aprile 2017 / 12:07 Written by
Rebus salvezza tra Cutro e Corigliano. Alta posta in palio

Cristian Fiorentino
Dopo la lunga sosta per il torneo juniores delle Regioni e pausa Pasquale torna il campionato con la penultima giornata di ritorno d’Eccellenza in scaletta interamente alla domenica. Turno equivalente all’ultima e vitale trasferta per il Corigliano di scena sul campo della diretta concorrente Cutro. Classifica alla mano la disputa in questione metterà in palio unità pesanti tra cutresi, penultimi, e coriglianesi, quintultimi. Graduatoria nella parte bassa sempre molto corta con sei squadre racchiuse in appena sei punti di differenza. Già nella tornata delle prossime ore potrebbero decidersi alcuni destini ma non tutti. I terreni di gioco dove si assegneranno poste importanti nei giochi salvezza saranno oltre quello di Cutro anche a Luzzi, tra Luzzese e Gallico Catona, e nel derby tra Sambiase e Vigor Lamezia. La squadra di mister Aita, a meno uno dalla zona franca, sa bene che la propria sorte, prima che dalle altre dispute, dipenderà innanzitutto da se stessa. I calcoli sono facili per i biancazzurri chiamati ad un doppio successo sia a Cutro che in casa contro la capolista Isola Capo Rizzuto domenica 30 aprile. Dopo il mezzo passo falso interno contro il Siderno, condizionato da una discutibile espulsione, per gli jonici l’unico rimedio per evitare la coda dei play- out sarà la duplice vittoria. Con altre soluzioni, fatte di abbinamenti di pareggi o sconfitte o vittorie, si rischierebbe quasi certamente lo spareggio post- season. In queste tre settimane, Corigliano al lavoro tra sedute di allenamento e test amichevoli contro la Rossanese. Mister Aita e il preparatore Marino hanno avuto modo di preparare al meglio il gruppo anche se a Cutro mancheranno due cardini della difesa come capitan Granata e Carrozza, entrambi appiedati per un turno. Al loro posto giocheranno Apicella e Brandi con in porta quasi sicuramente l’esperto De Luca (in foto). Il resto dello scacchiere dovrebbe prevedere Filidoro, Curatelo, Calomino, Vinci, Levato, Canale, Zangaro o Barilari e Gueye. Undici titolare quasi obbligato anche se mister Aita potrebbe fino alla fine apportare qualche modifica sia dal primo minuto o a partita in corsa. Un paio di assenza sempre per squalifica anche per il Cutro che dal canto suo cercherà, in questi due ultimi turni, sia di rientrare nella soglia per evitare la retrocessione diretta che di agguantare il miglior piazzamento play- out. Per le curiosità da segnalare che per i due tecnici Curcio e Aita sarà un derby visto che entrambi sono di Cetraro. Al seguito dei coriglianesi come di consueto non mancheranno dirigenti e tifosi con in testa la delegazione degli “Skizzati- Group”. Determinazione alta in casa Corigliano che dovrà essere attento e perspicace evitando cali di concentrazione. Fischio d’inizio fissato, come per tutti i campi all’unisono, alle ore 16:00 e direzione arbitrale affidata a Pierobon della sezione di Castelfranco Veneto per quello che in gergo viene definito uno scambio.