Il punto sul campionato di Seconda Categoria

mercoledì 26th, aprile 2017 / 12:30 Written by
Il punto sul campionato di Seconda Categoria

Si sono disputate nel weekend le semifinali Play Off e Play Out nei gironi C e D del campionato di Seconda Categoria, e si è giocato l’ultimo turno nel girone E. Analizziamo, nel consueto punto sul campionato, tutti gli incontri disputati con i relativi verdetti.

La Pol. Albi è salva

La Pol. Albi è salva

Girone C
Come già scritto in settimana, non si sono disputate le semifinali Play Off per effetto del ricorso effettuato dal Belvedere Spinello, in merito allo 0-3 a tavolino inflitto dal Giudice sportivo, che ha determinato una variazione nelle posizioni in griglia. Attendiamo in settimana l’esito, per capire se domenica si tornerà in campo per gli spareggi promozione. Disputata, invece, la semifinale Play Out tra Pallagorio e Polisportiva Albi, con i catanzaresi che hanno vinto su campo avverso centrando la salvezza. Ospiti in vantaggio con Belpanno e ripresi da Davide Ruggiero, nella ripresa il gol di Scumaci che vale una stagione e che certifica l’exploit decisivo dei presilani. Di contro, il Pallagorio avrà a disposizione una nuova chance domenica prossima quando ospiterà lo Zagarise nella finale Play Out. Gara senza appello, chi perde retrocede, chi vince rimane in Seconda.

San Pietro Apostolo-Real Mortilla

San Pietro Apostolo-Real Mortilla

Girone D
Bellissima semifinale Play Off quella disputata domenica tra il San Pietro Apostolo ed il Real Mortilla che, nonostante la posta in palio, a fine gara si sono scambiati i complimenti reciproci per tutto quello che si è visto sul terreno di gioco, ma anche al di fuori. I padroni di casa hanno fatto valere il fattore campo eliminando i tirrenici grazie alle reti di Maruca, Nisticò e Buso; per gli ospiti a segno Cuomo. San Pietro di mister Cittadino che scrive la storia, prima finale Play Off di categoria raggiunta nei 54 anni di storia. Un risultato che parte da lontano, un lavoro di cinque ani che troverà il suo apice e punto massimo domenica a Girifalco.
Per quanto riguarda lo spareggio salvezza, l’Isca stravince la semifinale con la Bussolavis e mantiene la categoria. Uno scatenato Domenico Malena, a segno con una tripletta, trascina i giallorossi al 6-0 finale con la complicità di Screnci, Perri e Bubacar che firmano le altre marcature. Nel computo del campionato, una permanenza meritata per gli jonici che, dopo un buon girone d’andata, si erano cullati forse troppo sugli allori, ritrovandosi, loro malgrado, a dover disputare l’insidioso play out. Per la Bussolavis, invece, una stagione sfortunata che comunque ancora non ha vissuto il suo epilogo perché Marinaro e compagni avranno l’ulteriore match ball nella finale, da giocare sul terreno amico, contro la Polisportiva Belmonte. Curiosità è che entrambe le sfide in programma si giocheranno sul campo F.S. Riccio di Girifalco, quindi, crediamo che una delle due società girifalcesi anticiperà il proprio incontro al sabato.

Girone E

Festa Rosarno

Festa Rosarno

Giocato l’ultimo turno nel gruppo della delegazione vibonese con il Tropea che, senza fatica alcuna, si vede recaptare i tre punti e può festeggiare il raggiungimento della finale play off. A decidere chi sarà l’avversaria dei ragazzi di mister Barbieri, sarà la semifinale tra Parghelia e Antonimina. Entrambe hanno chiuso il proprio campionato con un 2-2 in trasferta. I neroverdi di Addolorato, decimati per le squalifiche del post Koa, hanno impattato sul campo del Napitia grazie alle reti di Currà e Diallo; i reggini, trascinati dalla doppietta del capocannoniere Simone Monteleone (a parimerito con Vincenzo Gallo del Rosarno), sono usciti indenni dal campo dell’As Jacurso che, a sua volta, era andato in rete con Calisto e De Sando chiudendo positivamente la propria stagione. Derby della piana amaro per Koa Bosco e Saint Michel, con i padroni di casa che vincono di misura grazie al sigillo di Cheik ma che terminano qui il proprio cammino per effetto della regola dei dieci punti di distacco dalla seconda classificata. La capolista Rosarno non fa sconti a nessuno e festeggia l’approdo in Prima Categoria con un 7-0 straripante sulla Vazzanese di Caloiero. Strabordanti Gallo e Zappia in rete rispettivamente tre e due volte, chiudono la contesa Zappia e Arruzzolo. Nel dopo gara, festa meritata per le vie del paese, in attesa di disputare la Supercoppa provinciale contro il Capo Vaticano. L’incontro più importante della giornata era sicuramente quello tra Acconia Spartans ed Allarese, i padroni di casa del presidente Pellegrino hanno vinto in rimonta centrando una salvezza diretta che, ad un certo punto della stagione, sembrava davvero un’impresa ardua. La tripletta di Palumbo regala la storica salvezza all’Acconia; l’Allarese, in rete con Tassone, avrà l’opportunità di salvarsi tramite la finale play out di domenica prossima, sul proprio campo, contro la Vazzanese che, nell’ultima parte del campionato, è riuscita a risollevarsi scavalcando la Libertas Curinga che retrocede mestamente senza nemmeno giocare e con ben cinque punti di penalità sul groppone.