Il punto sul campionato di Seconda Categoria (Play Off – Play Out)

martedì 02nd, maggio 2017 / 14:54 Written by
Il punto sul campionato di Seconda Categoria (Play Off – Play Out)

Si sono disputate nel weekend le gare di Play Off e Play Out nei gironi C, D  ed E del campionato di Seconda Categoria. Andiamo ad analizzare quanto accaduto con i relativi verdetti che ne sono scaturiti.

Girone C

Kennedy-Cerva

Kennedy-Cerva

Al centro sportivo “Runci” di Catanzaro è andata in scena la semifinale play off tra Kennedy ed US Cerva con i padroni di casa che l’hanno spuntata, grazie al gol di Fabio Marino, a dodici minuti dal termine. Pre partita ricco di emozioni con le squadre che entrano sul terreno di gioco con due striscioni in ricordo dei compianti Umberto Fratto e Gregorio Vatrella, due ragazzi catanzaresi scomparsi in settimana dopo un gravissimo incidente stradale. Partita ostica e condizionata dal vento con i viola apparsi sottotono nella prima frazione, al contrario degli ospiti, ben messi in campo e con un Bizzantini tutto cuore che ha lottato su ogni palla. Primo tempo con poche emozioni, squadre compatte e gioco bloccato, l’unico vero scossone è un palo colpito dalla Kennedy che per pochi centimetri non trova il bersaglio grosso. Nella ripresa il match si anima, salgono intensità ed adrenalina ed è il portiere Sacco a dire di no a Fabio Marino, che si era presentato a tu per tu ben imbeccato da Mancuso. Il Cerva non demorde e crea qualche apprensione alla retroguardia di Rizzuto che, comunque, fa sempre buona guardia. E’ Brizzi ad andare vicino alla rete del pari, ma anche quasta volta è il palo a dire di no. Mister Folino, nel frattempo allontanato dal direttore di gara per presunte proteste, decide di cambiare ed inserisce il bomber Silvano, inizialmente in panchina per qualche acciacco settimanale. La partita prende una sterzata e Silvano si presenta subito con un tiro dalla distanza che si spegne sul fondo non di molto. A dodici minuti dal fischio finale, Mancuso scappa sulla fascia sinistra rincorrendo un pallone che pareva ormai perso, l’assist per Fabio Marino è perfetto ed il numero 9 di casa non può far altro che depositare in rete di testa un gol facile facile. Nel finale qualche scaramuccia subito sedata dalle due panchine e, dopo sette minuti di recupero, finisce 1-0 per la Kennedy che vola in finale. Cerva che si ferma qui ma che, ancora una volta, ha dimostrato di potersela giocare a viso aperto contro qualunque avversario, sicuramente grande merito a mister Strignile per quanto visto sul terreno di gioco.

Belvedere Spinello semifinale play off

Belvedere Spinello semifinale play off

L’altra semifinale vedeva difronte Belvedere Spinello e Verzino nel derby crotonese in scena al “G. De Matteis”. Si decide tutto nei primi venti minuti di gioco con le squadre che partono forte, non si risparmiano ed a beneficiarne è lo spettacolo. Pronti via ed il Verzino di mister Arcuri passa in vantaggio con Basile che, nel tentativo di respingere una punizione velenosa di Marino, insacca alle spalle del proprio portiere Corigliano. Il Belvedere non ci sta e, spinto dal proprio pubblico, trova il pari al quindicesimo minuto con Candeloro, al termine di una splendida cavalcata personale. I gialloverdi, trovato il pari, spingono sull’acceleratore e riescono a ribaltare il parziale al ventesimo quando il giovane Cordua infila in rete un calcio di punizione grazie ad una magistrale esecuzione. Nella ripresa il Verzino, che aveva perso capitan Rizzo per infortunio, resta anche in dieci uomini per l’espulsione di Caputo ma cerca comunque di creare qualche pericolo ben contenuto dal muro difensivo eretto dalla coppia Andracchio – Novello. Il Belvedere, dal canto suo, non sta a guardare e per due volte va vicinissimo a chiudere la contesa con Regalino. Nel finale è Corigliano ad amministrare con grande autorevolezza aiutato dalla traversa che gli da una mano sulla conclusione di Oliverio. Finisce 2-1 per gli uomini di Procopio che, adesso, si troveranno nuovamente al cospetto della Kennedy dopo la querelle Muraca, costata il secondo posto in classifica proprio al Belvedere Spinello.
Oltre alle due gare play off, è andata in scena anche la finale play out anticipata a sabato, tra Pallagorio e Zagarise.

Festa Pallagorio

Festa Pallagorio

Più difficile e sudata del previsto l’affermazione della squadra di mister Ettore Bonanno che, nel finale, è riuscita a prevalere su uno Zagarise che ha venduto cara la pelle, non facendo vedere i diciassette punti di distacco maturati in classifica al termine del campionato. Dopo oltre un’ora d’attesa per il ritardo del direttore di gara, si è assistito ad una gara bloccata sullo 0-0 fino ad un quarto d’ora dal termine, fin quando è salito in cattedra capitan Salvatore Bonanno che, con le sue giocate, ha determinato l’esito finale. Vantaggio del Pallagorio con Davide Ruggiero che di testa ha infilato in rete sugli sviluppi di una punizione calciata proprio dal capitano dei crotonesi. Trovato il vantaggio, la squadra di casa si è sbloccata anche mentalmente ed è riuscita a raddoppiare dopo pochi minuti grazie ad un calcio di punizione calciato alla perfezione sempre da capitan S. Bonanno. Il Pallagorio centra, così, la salvezza dopo aver fortemente voluto un progetto che desse risalto ai giovani del posto coadiuvati da qualche over di esperienza e qualità; di contro, lo Zagarise retrocede al termine di una stagione sfortunata, che può capitare a chiunque, e dove ha raccolto veramente poco sul campo (solo 9 punti nella stagione regolare). Alla squadra presilana porgiamo un grande in bocca al lupo per il futuro, augurando un futuro roseo.

Girone D

Festa EuroGirifalco

Festa EuroGirifalco

La finale play off si tinge di amaranto (oggi in tenuta verde), l’EuroGirifalco torna in Prima Categoria dopo un solo anno di “purgatorio” battendo il San Pietro Apostolo al termine di una gara scoppiettante condita da tante occasioni da gol. La squadra allenata da Mimmo Giampà fa valere il fattore campo e la seconda piazza conquistata nella stagione regolare, prevalendo su un San Pietro Apostolo in partita per gran parte dell’incontro. Nella prima parte sono Leo Conidi e Quirino a spezzare l’equilibrio portando avanti l’Euro 3-1 con rete ospite di Nisticò. Ci pensa Marco Buso a rimettere la squadra di Cittadino in partita, rendendo ancora più avvincente la seconda frazione di gioco. Il San Pietro, però, non ha fatto i conti con lo stesso Quirino che, prima trova il guizzo per il 4-2, e nel finale mette dentro anche il definitivo 5-2. EuroGirifalco meritatamente promosso e con gocatori che hanno dimostrato di valere la categoria superiore, San Pietro che esce a testa alta con la consapevolezza di chi è andato oltre le proprie aspettative giocando una stagione fantastica della quale possiamo ricordare l’unica sconfitta del Pianopoli subita proprio ad opera dei ragazzi del presidente Bruni.

Selfie vittoria Bussolavis

Selfie vittoria Bussolavis

Sabato pomeriggio, sempre al “F.S. Riccio di Girifalco”, l’altra compagine cittadina della Bussolavis ha centrato la permanenza in categoria dopo aver battuto di misura la Polisportiva Belmonte nella finale play out. A risolvere la gara è bastato il gol nel primo tempo di Salvatore Bruno che ha ribadito in rete una respinta difettosa del portiere tirrenico su un calcio di punizione velenoso dalla distanza. Gialloblu vicini al raddoppio in più di un’occasione ma che, alla fine, chiudono sull’1-0 a proprio favore. La squadra di mister Riga, ottimanente orchestrata da capitan Vitaliano, ottiene quindi la salvezza sfatando anche il tabù Belmonte con cui non era riuscito a vincere nei due incontri di campionato; per i tirrenici, invece, tanta delusione per una stagione che poteva avere ben altro finale ma che invece si è dimostrata amara ed avara di soddisfazioni.

Girone E

GS Antonimina

GS Antonimina

La semifinale play off per decidere l’avversaria del Tropea che attendeva beata, si decide con una piccola sorpresa. E’, infatti, l’Antonimina a prevalere al “Grillo” di Parghelia, sui neroverdi di mister Addolorato grazie alla rete di testa messa a segno da Fabio Macrì a due minuti dal termine su angolo di Paolo Pelle. Un Parghelia rimaneggiato e ridotto in dieci per l’espulsione di Taccone al ventesimo della ripresa, cede con l’onore delle armi ad un’avversario che ci ha sempre creduto e che non hai mai mollato di un centimetro. Sugli scudi l’estremo difensore di casa Bombai che era anche riuscito a parare un calcio di rigore, poi rivelatosi inutile ai fini dell’esito del match. Antonimina che, invece, può festeggiare con i propri supporters al seguito e sarà di scena domenica prossima allo “Stadio del Sole” di Tropea per la finale play off. A proposito abbiamo raccolto il pensiero della società reggina: “Tutti a Tropea….questo è ciò che i tifosi, i dirigenti e i calciatori hanno gridato a termine della partita odierna. Oggi al Comunale Girolamo Grillo, la GS Antonimina ha vinto la semifinale Play Off del Girone E della Seconda Categoria Calabrese. Il Parghelia, ridimensionata dalle pesanti squalifiche, ha incontrato sul proprio terreno, una compagine determinata e orgogliosa di dimostrare a Mister De Girolamo, assente per impegni di lavoro, che ciò promesso in settimana si può concretizzare grazie alla caparbietà e alla compattezza e all’umiltá di un gruppo fantastico, quale il gruppo dei giocatori attuali. L’arrivo in punta di piedi e la consapevolezza che l’unico punteggio utile era la vittoria, ha reso ancora più fantastico il risultato, maturato sul campo, senza nessuno sconto e senza nessuna agevolazione! L’esperienza del Sig. Elio Sciarrone di Catanzaro, ha permesso alle due squadre, di affrontarsi a viso nudo e a giocare in modo bello una partita vivace e molto corretta. Il primo tempo è stato caratterizzato da un Antonimina all’attacco è un Parghelia che voleva mantenere il risultato di 0-0. Nella ripresa l’Antonimina ha osato di più e concesso un rigore, il capitano Paolo Pelle lo ha sprecato grazie a un tiro debole e quasi centrale neutralizzato dal Portiere di casa. La delusione era sul volto di tutti, ma lo spirito unito del gruppo, ha garantito una bella reazione e proprio all’88 il solito Paolo Pelle, tenta con un calcio d’angolo diretto in porta e Fabio Macri’ scavalca l’estremo difensore Nero Verde e insacca. Ultimi 10 minuti tra tempo regolamentare e recupero, sono stati caratterizzati da un Parghelia all’attacco, che non si è mai dato per vinto. Alla fine gli applausi del numeroso pubblico accorso danno il giusto merito alle due squadre scese in campo e che hanno dato il loro meglio Ora i ragazzi della GS Antonimina hanno due allenamenti sotto la diretta supervisione del Mister, per preparare la finale, importante per poter avere la promozione in Prima Categoria, nell’anno del 50º anniversario della GS Antonimina”.

Power by

Download Free AZ | Free Wordpress Themes