L’US Cerva riparte per il 36esimo anno consecutivo, novità nel direttivo. E’ addio con mister Strignile

sabato 15th, luglio 2017 / 10:24 Written by
L’US Cerva riparte per il 36esimo anno consecutivo, novità nel direttivo. E’ addio con mister Strignile

Anche quest’anno per il 36esimo anno consecutivo, l’us cerva e’ pronto ai nastri partenza per disputare per la prima volta nella storia il suo secondo campionato di seconda categoria consecutivo. Tante novità nel direttivo con 4 nuovi innesti e con la conferma per il 4 anno del presidente Elia e del suo staff che hanno ben fatto negli ultimi campionati. Un doveroso ringraziamento va a mister Strignile che pur essendo al suo esordio in due anni e’ riuscito a raggiungere traguardi storici. “stagione 2015/16 vittoria campionato 3 categoria e coppa disciplina, stagione 2016/17 play off per l’accesso alla 1 categoria” il quale per motivi personali quest’anno non sarà più alla guida della compagine silana. Il Presidente Elia e il suo staff sono già al lavoro per trovare un valido sostituto e per rafforzare la squadra con nuovi innesti, mantenendo sempre gli ideali dell’us cerva di dare spazio ha calciatori locali e dei paesi limitrofi i quali negli ultimi anni anno dato grandi soddisfazioni. Per rispondere alle accuse del presidente del Real Cerva sul mancato accordo di fusione l’US cerva chiede in primis delle risposte sul perché ex calciatori e dirigenti che in passato hanno militato con l’us Cerva, 5 anni fa hanno deciso di creare una seconda squadra. Scrivono di un ritorno a casa quando negli ultimi tre anni avrebbero potuto giocare a Cerva ma per loro scelta hanno deciso di giocare a Sersale affermando che avendo tutti i calciatori provenienti da località anche fuori provincia preferivano giocare a Sersale in quanto la struttura a loro dire era più adeguata. Ritornando alla proposta di fusione l’us Cerva fa presente che non si è giunti all’accordo in quanto con un’ipotesi fusione ci sarebbero maggiori spese e soprattutto si sarebbe andati a discapito dei giovani calciatori di Cerva i quali secondo la dirigenza Real non avrebbero avuto le capacità di affrontare un campionato di prima categoria. L’us cerva invita, inoltre, tutti i ragazzi di Cerva e del vicino comprensorio, che hanno buona volontà e piacere di giocare a calcio a farsi avanti in quanto le porte sono sempre aperte “anche ai non professionisti” in quanto il calcio non e’ solo competizione ma anche stare insieme. Nonostante tutto la dirigenza dell’us Cerva fa un in bocca a lupo per il campionato che verrà ai cugini del Real Cerva con la speranza che in futuro si possa trovare un accordo per fondare un’unica squadra.

Uff. stampa US Cerva

Power by

Download Free AZ | Free Wordpress Themes