La Gioiese ufficializza mister Mammoliti

domenica 30th, luglio 2017 / 10:34 Written by
La Gioiese ufficializza mister Mammoliti

I club di calcio impegnano quotidianamente i propri osservatori a visionare i calciatori che più servono ai loro progetti sportivi ed economici. Nessuno però, se non in casi rarissimi, viene utilizzato per fare la stessa cosa per valutare il tecnico che possa fare al caso degli stessi identici progetti. Riteniamo altresì giusto invece che i club debbano dare grande attenzione a chi far guidare le proprie squadre. Per questo, secondo noi. per trovare il più adatto abbiamo eseguito un’attenta ricerca e una seria valutazione come si fa per i calciatori. Abbiamo dunque cercato quello più adatto ai nostri obiettivi, quello più portato per squadre di settore giovanile oppure maggiormente indicato a guidare la prima squadra. La cosa essenziale che si deve conoscere è quale sia l’obiettivo (sportivo) del nostro club. La nostra è stata un’attenta ricerca di chi dovrà essere il principale responsabile del raggiungimento dei traguardi tecnici della società. Quali? Saper migliorare le qualità della rosa a disposizione, saper valorizzare in prima squadra i giovani, saper gestire una squadra formata da giocatori con diverse personalità o viceversa saper costruire un team vincente da un gruppo talentuoso ma inesperto. La prima qualità che abbiamo riscontrato è la passione. Il mister è il primo che arriva al campo di gioco assieme al suo staff per affrontare la seduta e programmare. Questo lo si è capito sin da subito poiché quando arriva al campo lo si vede preparare l’area di lavoro in funzione di quanto ha già deciso di proporre alla squadra senza dover improvvisare. Altra qualità importante riscontrata è l’equilibrio nel giudizio. In una squadra infatti si è tutti uguali, il che non vuole dire che un tecnico debba trattare tutti allo stesso modo ma che le attenzioni, quelle si. vanno indirizzate a tutti. Il bravo tecnico come colui che abbiamo scelto deve capire come confrontarsi con ogni singolo calciatore perché ognuno ha il suo carattere. Fare l’allenatore è difficile e non è così scontato che tutti i tecnici sappiano gestire bene così tante variabili come il nostro.
Con i giovani o nella prima squadra ad esempio non abbiamo alcun dubbio, la guida lui, che influenza spesso II comportamento dei giocatori che scendono in campo ed è per questo che sono importanti la sua immagine e la sua educazione. Una persona limpida e senza ombre che ci aiuta ad ottenere una posizione di forza nei confronti dei giocatori.Osservando alcune partite abbiamo appreso come il “nostro” tecnico sappia capire bene le situazioni di gioco e prevedere le difficoltà: due grandissime qualità che gli appartengono. Il che non vuole dire semplicemente azzeccare una mossa tattica per via di una sostituzione o un cambio di gioco, ma saper spronare la squadra quando è il momento o lodarla. Dunque in primis per noi il mister è un’insegnante, quindi è fondamentale che sia in grado di comunicare e di trasmettere con semplicità le sue idee anche perché con i giovani si diventa a volte un vero secondo ” padre,

Uff. stampa Gioese FC

Power by

Download Free AZ | Free Wordpress Themes